rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Notizie Rancio - Malavedo - Laorca / Via Isidoro Calloni, 14

Scuola: una proposta di legge per contrastare la povertà educativa in aumento

A presentarla l'onorevole Elisabetta Piccolotti e il senatore lecchese Tino Magni di Alleanza Verdi Sinistra. "Evitare la predeterminazione delle esistenze"

Povertà educativa in aumento anche in provincia di Lecco: l'onorevole Elisabetta Piccolotti e il senatore lecchese Tino Magni, di Alleanza Verdi Sinistra, presentano la proposta di legge "Promossa, per la scuola del futuro". I parlamentari sono intervenuti sabato al Circolo Libero pensiero di Lecco.

"Le riforme della scuola degli ultimi anni sono state fatte sempre nella logica del taglio dei costi, con conseguente peggioramento della didattica. Questo ha generato ciò che abbiamo sotto gli occhi tutti: un sistema sociale bloccato dove la scuola non riesce più a 'rimuovere gli ostacoli che impediscono il pieno sviluppo della persona umana' come prevede la nostra costituzione" ha dichiarato l'onorevole Piccolotti. "La nostra proposta di legge vuole accendere i riflettori su questo tema per evitare la predeterminazione delle esistenze".

Cosa prevede la proposta di legge

Questi i punti salienti della proposta di legge: massimo 18 alunni per classe; tempo pieno e tempo prolungato in ogni scuola; zone di educazione prioritaria e solidale nelle aree socialmente e geograficamente più svantaggiate; asili nido e scuola per l'infanzia in tutto il territorio nazionale come diritto da garantire; innalzamento dell'obbligo scolastico a 18 anni; gratuità completa della formazione. 

"Non so quanto il governo Meloni sarà sensibile alle richieste che provengono dal mondo della scuola. Per questo è utile e importante che si crei nel Paese un fronte progressista che possa garantire un'alternativa. Noi come Sinistra Italiana, insieme ai Verdi, faremo certamente la nostra parte a partire da proposte concrete come questa" ha dichiarato invece il senatore Tino Magni.

Alla presentazione sono intervenuti anche Giuseppe Buondonno, responsabile scuola della segreteria nazionale di SI, e Matteo Valtolina giovane rappresentante degli studenti universitari che ha denunciato l'eccessiva pressione psicologica che genera un sistema universitario molto sbilanciato sulla performance e sulla competizione. Infine Francesco Falsetto, assessore all'istruzione nel Comune di Verderio, ha chiesto ai parlamentari di sollecitare il governo perché si investano risorse adeguate per il personale scolastico così da ridurre il sovraffollamento nelle classi.

Maria Luigia Longo, insegnante e Rsu di Flc-Cgil, ha moderato l'incontro. Tanti gli interventi dal pubblico, in particolare da parte di insegnanti e membri di associazione attive sul territorio nell'ambito dell'educazione degli adulti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola: una proposta di legge per contrastare la povertà educativa in aumento

LeccoToday è in caricamento