Un calendario dedicato a Garlate, inizia la raccolta delle foto

Il concorso è stato lanciato anche quest'anno dal Comune: «Immortalate gli scorci più suggestivi del paese»

Il palazzo municipale di Garlate.

Anche quest’anno l'Amministrazione comunale di Garlate sta lavorando alla realizzazione del calendario che verrà donato a tutte le famiglie del paese. Per l’annuario 2020 è stato deciso di coinvolgere cittadini e fotoamatori attraverso un Concorso Fotografico dal titolo "Garlate. I luoghi della devozione popolare".

«Il nostro paese è infatti ricco di luoghi sacri e devozione popolare, spesso di notevole valore artistico - spiega l’assessore alla Cultura Diana Nava - Oltre alla chiesa parrocchiale e al santuario dei Santi Cosma e Damiano, numerose sono le cappellette, le edicole votive e gli affreschi a tema religioso che si possono notare passeggiando per le vie e per i cortili, splendidi soggetti per il nostro calendario. Un’apposita Giuria composta da esperti di fotografia e del territorio e rappresentanti del Comune di Garlate selezionerà le migliori 12 foto da inserire nel Calendario e nel periodo natalizio verrà realizzata una mostra fotografica che raccoglierà tutti gli scatti pervenuti». Il termine per l'invio delle foto è lunedì 4 novembre. Il regolamento completo sarà presto disponibile sul sito e sulla pagina Facebook del Comune.

Ecco alcuni scorci e monumenti di Garlate che i promotori dell’iniziativa suggeriscono di immortalare per il concorso: 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • Chiesa di Santo Stefano (interni ed esterni)
  • Madonnina delle Rose
  • Santuario Santi Cosma e Damiano
  • Affresco Mantegazza - Edicola in Valmolina Bassa - via Strencetta
  • Affresco Curt de la Maria in Somm
  • Cappelletta via Figina/Barzago
  • Affresco di San Giobbe al Ronco
  • Madonnina CasaAnghileri (vicolo Foppa/via Risorgimento)
  • Edicola in via San Francesco
  • Madonnina di Lourdes (villa Pozzi in Via Risorgimento)
  • Edicola al Filatoio in Via Stoppani
  • Cappella di Maria Bambina alla Fondazione Bruni
  • Affresco in Curt di Seagri
  • Affresco in Via Manzoni (casa Riva-Fornaciari)
  • Madonnina di Via Canonica
  • Portineria Villa Pozzi (ingresso sulla provinciale)
  • Affresco Cascina via San Virio

«Probabilmente ce ne saranno altri, nascosti nelle corti, nelle cascine e nei vicoli del paese - fa sapere infine l’Amministrazione - sta a te trovarli e farceli scoprire!».

Rompono per errore un arredo pubblico e chiedono di risarcire il danno con lavori utili al paese

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viveva legata a un calorifero: le guardie ecozoofile salvano il pitbull Maya

  • Covid-19, la Asst Lecco fa chiarezza: al momento terapie intensive vuote

  • Covid-19, nuova ordinanza regionale: nuove regole per bar e ristoranti, "stop" alle competizioni dilettantistiche da contatto

  • Il governatore Fontana firma l'ordinanza: stop a movida e allo sport dilettantistico

  • Covid-19, i numeri del "Manzoni": occupato l'ottanta per cento dei posti nei reparti ad-hoc. Piena la terapia intensiva

  • Offerte di lavoro, Sport Specialist assume personale nel Lecchese: come candidarsi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento