menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Dante De Capitani, sindaco di Pescate.

Dante De Capitani, sindaco di Pescate.

«Indegno stanziare 890.000 Euro per la salute mentale dei migranti. Prima viene quella degli italiani»

Nuovo affondo del sindaco De Capitani contro gli aiuti ai richiedenti asilo. Sotto accusa un progetto di Ats Brianza.«Intanto le liste di attesa per i nostri concittadini si allungano»

Nuovo affondo di Dante De Capitani contro le politiche a sostegno dei migranti. Questa volta il sindaco “sceriffo” di Pescate punta il dito contro la scelta dell’Ats (ex Asl) della Brianza di aver dato vita a un progetto grazie al quale sono stati stanziati fondi per la salute mentale dei richiedenti asilo in condizione di vulnerabilità psicosociale. «Sono profondamente indignato per gli 890.000 Euro stanziati a favore della salute mentale dei migranti in Ats Brianza - commenta Dante De Capitani - Si tutela la salute dei migranti, mentre quella degli italiani risulta sempre più costosa per le famiglie e i tempi di attesa per ogni visita specialistica si allungano sempre di più».

Grazie al progetto di Ats Brianza, dal Ministero dell'Interno oltre 890.000 Euro per richidenti asilo in condizioni di vulnerabilità

Da qui la doppia critica all’Agenzia per la Tutela della Salute della Brianza e al Distretto dei Sindaci, richiamando così anche in materia sanitaria e assistenziale il concetto più volte espresso dal vicepremier Matteo Salvini: aiutare prima gli italiani. «L’Ats dovrebbe badare maggiormente ai compiti per la quale è stata istituita sul territorio lombardo, e il Distretto dei Sindaci invece di promuovere queste azioni dovrebbe pensare di più ai cittadini che i sindaci li hanno eletti, e non a riempire di migranti i Comuni». Una presa di posizione forte che, come altre precedenti, farà senza dubbio discutere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento