Droga in carrozza, violenza senza freni e non controlli: "Striscia" mostra come si viaggia sui treni lombardi

Max Laudadio ha mostrato un servizio durante la puntata del tg satirico andata in onda giovedì 10 maggio

 

Botte agli altri viaggiatori per futili motivi, violenza e sbeffeggiamenti nei confronti dei controllori, eroina, marijuana e cocaina consumate come se nulla fosse all'interno dei vagoni. E i controlli? Assenti o quasi, depotenziati dal poco personale e dalla paura, vera, d'incorrere in conseguenze peggiori. E' lo scenario in cui, ogni giorno, viaggiano migliaia di persone sui treni della Lombardia, illustrata da un servizio di "Striscia la Notizia" mandato in onda nella serata di giovedì 10 maggio.

Video | Borseggio in stazione: le telecamere incastrano il delinquente

La situazione, purtroppo, è ben nota da tempo, portata alla luce anche dalla lettera scritta dei capitreno ai vertici di Trenord. Di recente diciotto guardie giurate sono state inserite nel corpo in servizio sui convogli lombardi, arrivato così a quota novanta. Di recente svariati episodi si sono registrati a Lecco: mercoledì sera, per porre un argine più resistente alla dilagante macchia, sette pattuglie della Polizia di Stato hanno controllato i treni in transito presso la stazione del capoluogo. Stando a quanto ricostruito, sarebbero stati effettuati alcuni fermi.

Violenza sui treni, Arrigoni e Faggi: «Gli aggressori si sentono impunibili»

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccoToday è in caricamento