Concerto di fine anno scolastico, applausi per gli alunni di Foppenico

Festa, e un filo di commozione, per l'esibizione musicale che ha chiuso i cinque anni del percorso di studio dei bambini della primaria. Coinvolti anche genitori e docenti

Con l’ultima nota, lo spettacolo è finito. E la sessantina di alunni di quinta della primaria di Foppenico, a Calolziocorte, hanno chiuso nella scatola dei ricordi i lunghi giorni trascorsi insieme, la fatica, l’emozione e la soddisfazione di cinque anni trascorsi sui banchi di quella loro scuola, che da bambini li ha trasformati in ragazzi (nelle foto).

"L'Arca di Noè" riemerge nel parco di Sala, scuola e volontari all'inaugurazione

Lo hanno fatto mercoledì sera  7 giugno, di fronte alle insegnanti e alle famiglie, con un concerto a chiusura del progetto “DM8/11”, momento di raccordo con la scuola secondaria di primo grado, che li ha coinvolti ogni giovedì mattina in due ore di conoscenza degli strumenti musicali. Alle 19 il salone era già tutto un vociare: lingue di mezzo mondo a tradire l’emozione di ognuno di fronte alla fine di un percorso noto e prima dell’inizio di uno nuovo.

Il professor Alberto Sgrò ha chiamato i coristi che nei mesi scorsi hanno scoperto timbro e intonazione della loro voce. Sono poi seguiti i chitarristi del professor Antonio Arrigoni (responsabile del progetto), i clarinetti coordinati dalla professoressa Chiara Tagliabue e le violiniste della professoressa Elena Colella. Per tutti i ragazzi, dopo un primo momento di imbarazzo, le voci e i movimenti si sono fatti decisi e sciolti. Nel finale, coro e strumenti, insieme nell’”Inno alla gioia” di Bethoven, quello dell’Unione Europea, sono stati accolti da applausi entusiasti.

Premiati gli alunni "ricicloni" della scuola media Manzoni

La festa è proseguita nelle aule, ai banchetti dei cibi preparati dai genitori. Prima di salutarsi, sotto la chioma del cedro al centro del giardino, i ragazzi e le maestre hanno cantato “Noi, ragazzi di oggi” di Luis Miguel. Tra i genitori alcuni si sono accodati alle voci, altri hanno guardato altrove per evitare quella lacrima che qualcuno ha tentato di nascondere dietro la mano.

Don Matteo lascerà presto Calolzio, per lui un nuovo incarico a Bergamo Alta

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regione Lombardia riconosce cinque nuove attività storiche in provincia di Lecco

  • Scomparso 32enne: ricerche in corso sul Monte Moregallo

  • Schianto in via Mazzini a Calolzio, motociclista soccorso d'urgenza

  • Incidenti sulla SS36 nella serata di domenica: coinvolte quattro persone

  • Valle San Martino, sindaco insultato e picchiato da un passante

  • Sciopero generale, 24 ore di stop: dalla scuola ai trasporti, rischio caos anche per i rifiuti

Torna su
LeccoToday è in caricamento