Tatuaggi: quale stile scegliere

Scegliere cosa tatuarsi non è mai così immediato. È un marchio che resterà sempre impresso sulla nostra pelle. Come scegliere il tatuaggio giusto? Quale stile ti rappresenta di più? Ecco una piccola guida su quest'arte figurativa

L'arte del tatuaggio è tanto antica quanto bella. È una decorazione permanente della pelle, quindi scegliere quello giusto è fondamentale, perché ci accompagnerà per il resto della vita. A fare la differenza non sarà il colore o l’ago, ma la mano dell’artista che esegue il tatuaggio. Affidarsi totalmente ad un tatuatore infatti, non è così semplice. Ricordiamo che un tatuaggio è un concentrato di emozioni, ricordi e sentimenti che desideriamo imprimere sulla nostra pelle. 

Il tatuatore dovrà trasformare i pensieri delle persone in un disegno. Proprio per questo motivo sono considerati dei veri e propri artisti, dei mediatori tra la mente del cliente e la realtà creativa. 

Un mestiere che inizialmente sembrava una passione, oggi diventa a tutti gli effetti un lavoro al pari di un designer. 

Come si fa a scegliere il tatuatore giusto?

Uno dei primi criteri è la ricerca nella propria città, anche se l’aspetto più importante da cui partire è lo stile del tatuaggio che abbiamo intenzione di fare. Infatti esistono diverse scuole di pensiero sul tattoo e molti stili diversi.

Minimal:

Piccole gemme nascoste in corpi tatuati, ovvero tattoo molto piccoli dal design solitamente delicato ed elegante. Lo stile minimal è per le persone dal gusto sensibile e raffinato. La cosa bella dei minimal tattoos è che si può riempire il corpo senza dover spendere troppo per ciascun tatuaggio e non dovendo lasciare.

Black:

Lo stile stile blackout, blackwork, ornamentale, definito dal colore nero. Ciò che c’è di più vicino al fashion, soprattutto quando si parla di pezzi total black, ovvero parti intere del corpo come schiena, petto, braccia e polpacci.

Lettering:

Ovvero tatuaggi con scritte. La bellezza dello stile tattoo lettering è la sua incredibile versatilità. Si possono scrivere frasi di tutti i tipi e utilizzare altrettanti font. Il tatuaggio lettering è per i più romantici, per le persone che credono fortemente in alcuni valori o sono legati  a una frase, parola, testo.

Watercolor:

I watercolor si ispirano alla tecnica ad acquerello impiegata da pittori sensazionali come William Turner, Cozens e i maestri dell’impressionismo Cézanne, Gauguin, Manet, Degas. Uno stile non facile da realizzare ma che può regalare grandissime soddisfazioni. Un tattoo astratto che impiega la tecnica watercolor può sembrare un vero e talmente realistico da essere una vera opera d’arte sulla pelle.

Realistico:

Il tatuaggio realistico è sicuramente uno dei più belli e difficili da realizzare; soltanto gli artisti dal tratto impeccabile possono cimentarsi in questo stile. La cura dei particolari, come le rughe di un volto, le crepe della pelle, la tensione dei muscoli, la lucentezza di un occhio, deve essere a dir poco maniacali per dare l’effetto di profondità e quasi di fotografia.

Old School:

Lo stile che oggi è considerato della “vecchia scuola” e che sta tornando alla ribalta negli ultimi anni, deriva dal passato, ma è molto meno antico di come possa sembrare. I tatuaggi Old school in senso vero e proprio hanno la loro origine e massima diffusione nel secondo dopo guerra. Negli anni ’50 i marines americani erano considerati veri e propri eroi del nostro mondo e il loro stile divenne una moda che impazzava nell’abbigliamento e nelle locandine pubblicitarie dove l’icona per eccellenza erano le pin up che gli avevano tenuto alto il morale durante la stessa guerra. I temi del mare vengono rivisitati e reinterpretati, così come le donnine in stile ’50.

Oriental:

Uno dei più classici, si ispira all’arte orientale e alle figure cinesi, giapponesi o indiane. Luoghi dove il tatuaggio è una vera e propria arte figurativa. Geishe, carpe, Ganesh, ideogrammi e immagini mitologiche sono alla base di questo stile che si esalta al massimo livello se realizzato con colori vivi e intensi.

Sketch: 

O per meglio dire “tatuaggi bozza” è uno degli stili che ultimamente sta spopolando e uno degli ultimi trend del momento. Quando viene commissionata un’idea ad un tatuatore, il primo passo per realizzarla è proprio quello di creare una bozza su carta per capire come potrebbe risultare il tattoo sul cliente. Il passo successivo è quello di raffinare lo sketch e rendere il disegno un’idea più rifinita. Molti amanti dell’inchiostro e dell’arte però, vogliono che i propri tattoo rimangano in questa fase di “preparazione” ovvero “Sketch” per far si che possano differenziarsi dagli altri. Le ispirazioni per questo tipo di tattoo derivano dalle belle arti, possono rappresentare momenti quotidiani, studi sugli oggetti o sugli animali. La creatività per questo stile è illimitata.

Ora basta scegliere lo stile che più ci piace e cercare un tatuatore che riesca a rappresentare al meglio le nostre idee. 

Dove fare un tatuaggio a Lecco

- Nero Tattoo Via Nazario Sauro, 19 Lecco 

- Mascalzone Tattoo Via Leonardo Da Vinci, 37 Lecco

- Spoon River Tattoo Via Giuseppe Bovara, 46 Lecco

- Mr. Pma Tattoo Via Camillo Benso Conte di Cavour, 23 Lecco 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le cinque camminate sul lago più belle nel Lecchese

  • Valmadrera: il corpo del giovane Mattia, scomparso da martedì, è stato trovato a Sala al Barro

  • Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

  • Su Luna Rossa che trionfa dall'altra parte del mondo c'è anche Lecco grazie ad "Archimede"

  • Altra domenica di traffico paralizzato sulla SS36 da Varenna a Nibionno

  • Scomparsa dal Pronto soccorso di Merate, ci torna dopo un incidente

Torna su
LeccoToday è in caricamento