Porte blindate, la soluzione migliore per una casa sicura

Vivere in una casa sicura è importante, ma quali sono le soluzioni più valide per una casa a prova di ladro? Ecco cosa c'è da sapere

Al giorno d’oggi la sicurezza è diventato un tema centrale nella vita di ognuno di noi. Il bisogno di tranquillità nella propria casa, spinge sempre più persone a dotarsi di una porta blindata

Questo perché le abitazioni private sono diventate il principale obiettivo dei ladri, sicuri di trovare facilmente un “bottino”, rispetto a banche e negozi, sempre più sorvegliati da sistemi di sicurezza e di videosorveglianza. 

In questi casi, la soluzione migliore è quella di rafforzare le difese domestiche installando nella propria abitazione una porta blindata.

Porta blindata: cos’è e come funziona

Se tempo fa le persone erano abituate a lasciare aperta la porta di casa senza correre il rischio di trovarsi dei malintenzionati all’interno della propria abitazione, oggi non è più possibile. 

Per garantire la sicurezza della propria casa infatti, è opportuno installare una porta blindata adeguata alle esigenze, in particolare al livello di rischio cui la casa è esposta. Diversa è la situazione di un appartamento condominiale in centro città, rispetto a quella di una villa isolata. 

Per questo esiste una certificazione che indica il grado di sicurezza antieffrazione dei serramenti. Si va dalla classe 1 alla 6, in ordine crescente di resistenza. È consigliabile l’acquisto di un serramento che sia almeno di classe 2 se il rischio è basso, per appartamenti condominiali. Mentre per villette o ville unifamiliari meglio scegliere un serramento in classe 3 o in classe 4, efficace anche contro seghe, martelli e trapani.

Com’è costruita una porta blindata:

  • Controtelaio: deve essere realizzato in acciaio zincato di spessore non inferiore a 20/10 (2 mm);
  • Telaio: deve essere resistente soprattutto nei punti in cui può venire forzato; è preferibile quello con lamiera ripiegata;
  • Anta, con all’interno rinforzi in acciaio elettrozincato e a profilo ripiegato.
  • Zanche in acciaio, per fissare il telaio e il controtelaio al muro; 
  • Rostri laterali: dispositivi antiscardinamento  che vengono disposti sul lato delle cerniere.
  • Serratura di sicurezza: con cilindro antistrappo e antitrapano, protetta da un “defender”.
  • Limitatore d’apertura: indispensabile per garantire la sicurezza quando si apre ad estranei.

L' acquisto delle porte blindate è detraibile?

Le spese sostenute per installare una porta blindata, sono detraibili nella misura del 50% e si recuperano in 10 anni. Questo tipo di detrazione viene chiamata Bonus Sicurezza, e ne puoi usufruire se decidi di effettuare interventi finalizzati a prevenire il rischio di comportamenti illeciti da parte di terzi, come furto e aggressione. 

Quanto costa

In commercio esistono vari modelli di porte blindate che riescono a soddisfare più o meno tutte le tasche. Il prezzo varia dai 500 ai 5.000 euro circa, a seconda della tipologia e del livello di sicurezza.

Tuttavia, se si desidera acquistare una porta che punti tutto sulla qualità dei materiali e la sicurezza, il costo potrebbe essere determinante per la scelta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porte blindate, la soluzione migliore per una casa sicura

  • Come prendersi cura della Stella di Natale

  • Come eliminare i "moscerini della frutta" con metodi naturali

  • Docce emozionali: una SPA nel bagno di casa

  • Come addobbare casa per Natale in totale sicurezza

  • Albero di Natale vero o artificiale: quale scegliere?

Torna su
LeccoToday è in caricamento