Come pulire e sanificare il condizionatore

Per avere sempre aria pulita è fondamentale igienizzare a fondo il condizionatore. Vediamo come pulire questo prezioso apparecchio

Quando le temperature sono alte, e l’afa non lascia via di scampo, i condizionatori diventando i nostri migliori alleati. Anche se ci sono altri metodi per mantenere la casa fresca, il condizionatore è il rimedio più efficace per regalare refrigerio immediato, soprattutto durante le giornate più calde. 

Per ottenere il massimo da questo prezioso elettrodomestico, soprattutto quando riprende a funzionare, è sempre bene fare un pò di manutenzione, in modo da avere sempre aria pulita e igienizzata. 

Il condizionatore infatti, deve essere pulito almeno due volte all’anno, soprattutto prima di accenderlo in vista dell’estate, e a ottobre, quando andrà spento. 

Come pulire il condizionatore

Prima di fare qualsiasi operazione, assicurarsi di aver staccato la presa dell’alimentazione elettrica. Una volta staccata la presa, controllare che le griglie e i filtri siano puliti, in modo da garantire una buona qualità dell’aria.

Rimuovere quindi tutta la polvere e lo sporco con un panno in microfibra, e utilizzare prodotti naturali come l’aceto, per rimuovere il grasso nella parte interna del condizionatore. Per essere sicuri di fare una corretta sanificazione, si possono spruzzare alcune gocce di detergente ad azione germicida sul panno, in modo da igienizzare a fondo la zona. 

Avere questo potente elettrodomestico, significa respirare aria pulita, soprattutto quando in casa ci sono bambini. È quindi fondamentale provvedere alla manutenzione ordinaria e straordinaria del condizionatore, pulendo l’unità esterna e gli split interni, e pulendo il filtro da possibili incrostazioni, causa del proliferare di batteri e polvere. 

Per quanto riguarda il filtro, rimuoverlo delicatamente e togliere la polvere in superficie. Lavarlo a mano con acqua e sapone neutro e farlo asciugare all’aria aperta. Una volta che il filtro è asciutto, è bene disinfettarlo e sgrassarlo con appositi prodotti. Se invece il condizionatore è formato da carboni attivi, togliere quelli esauriti e lavare con acqua tiepida quelli buoni. 

Ora è possibile dedicarsi alla pulizia delle bocchette di emissione. Solo quando queste saranno asciutte, inserire il nuovo filtro all’interno dell’apparecchio. 

Terminata la pulizia, possiamo accenderlo e provare se tutto funziona alla perfezione e se l'aria esce in modo omogeneo. 

Ricordiamo che per una scelta green, i detergenti chimici possono essere sostituiti da acqua e aceto di vino o bicarbonato, entrambi ottimi sgrassatori e disinfettanti. 

Potrebbe interessarti

  • Spioncino digitale: come avere la casa sempre al sicuro

  • Montascale: cos'è e come funziona

I più letti della settimana

  • Rimedi naturali contro le scutigere

  • Come eliminare l'odore di sigaretta in casa

  • Come avere i bidoni della spazzatura sempre puliti e igienizzati

  • Comprare e vendere casa, non si ferma la ripresa: Lecco tra i traini della crescita

  • Smart home: come rendere la propria casa intelligente

  • Come ridurre i costi delle bollette in estate

Torna su
LeccoToday è in caricamento