menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La vista del campo dei fiori di Sala al Barro, frazione di Galbiate

La vista del campo dei fiori di Sala al Barro, frazione di Galbiate

Sboccia a Galbiate il primo "you-pick garden" della Provincia: ha aperto "Il Campo dei Fiori"

Abbiamo fatto visita a Cristina, titolare dell'attività: la sua idea sta convincendo proprio tutti

Sabato ha aperto ufficialmente i battenti "Il Campo dei Fiori" di Galbiate, il primo "You-pick garden" in provincia di Lecco. Ottantamila bulbi di tulipani e narcisi, di sedici varietà diverse, inserite all'interno della cornice del lago di Annone Brianza, location servita dai parcheggi e dalla pista ciclopedonale. Fin qui, un successo su tutta la linea: Cristina, la titolare, ha accolto svariate persone, tra cui una flotta di entusiasti bambini, elettrizzati dal fatto di poter cogliere loro stessi i fiori da portare a casa.

Sui social network, che permettono di tastare il polso della clientela a chiunque, è un plebiscito di valutazioni positive e un continuo tam-tam mediatico. Non solo i più piccoli hanno apprezzato l'idea: nel tempo in cui ci tratteniamo all'interno dell'attività, passano di fronte a noi persone di tutte le età, anche veneranda, che per una buona mezz'ora si perdono sui sentieri che si sono creati tra le file di fiori, acquistabili a un prezzo decisamente modico (un euro per un fiore, dieci per un mazzo da quindici). Più che la mera economia, è l'ambiente ad attrarre: un'oasi di tranquillità a cavallo tra capoluogo e Brianza, cui l'arrivo della primavera ha dato il giusto merito.

"Amo la natura e i fiori, vi sono cresciuta in mezzo. Era da un po' che volevo dare vita a un progetto in cui credevo fortemente - ci spiega Cristina -. Il riscotro della gente è stato sicuramente confortante". Contabile da anni, da tempo ha lasciato il milanese per trasferirsi sul lago e, ad aprile, ha aperto le porte del suo personalissimo prato fiorito ai clienti.

"Il Campo dei Fiori", aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30, è eco-sostenibile, poichè nella preparazione e nella semina non sono stati usati nè diserbanti nè pesticidi. Per la crescita dei fiori si è utilizzato solo l'ausilio dell'acqua piovana. La promozione, invece, è stata fatta senza l'utilizzo di volantini stampati per tutelare la tutela dell'ambiente. Lo spazio è aperto anche agli amici a quattro zampe, ma tenuti al guinzaglio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento