Venerdì, 14 Maggio 2021
Economia

Expo 2015, il bilancio dei commercianti: "Ha fatto bene al territorio lecchese"

Ciresa (Confcommercio) e Beri (Federalberghi) soddisfatti della stagione turistica appena conclusa

Il Decumano di Expo. I dati ufficiali parlano di oltre 21 milioni di visitatori in 6 mesi (foto P.Cocchetto)

Expo 2015 ha saputo “esaltare l’Italia”: a dirlo è Confcommercio Lecco, che a dieci giorni dalla chiusura dell’Esposizione universale di Milano traccia un primo bilancio dell’impatto che la manifestazione ha avuto anche sul nostro territorio.

Secondo l’associazione commercianti, anche il Lecchese ha beneficiato dell’evento che ha portato a Milano 21 milioni di visitatori in 6 mesi, andando oltre le previsioni di presenze su Decumano e Cardo.

«È vero, ci si aspettava qualcosa di più, ma personalmente sono contento e anche le nostre imprese del turismo sono soddisfatte, in primis gli alberghi – spiega il presidente dei commercianti, Peppino Ciresa - Resta difficile stabilire con esattezza quanti sono arrivati da noi perché in Italia per Expo, e quanti invece soltanto perché attratti dal lago o dal territorio. Comunque ribadisco quanto ho sempre sostenuto, anche prima dell’inizio dell’Esposizione: l’Expo non è il punto di arrivo, ma un punto di partenza. È stato uno stimolo per tutti, istituzioni e operatori. Abbiamo seminato e nei prossimi anni andremo a raccogliere i frutti di quanto fatto. Errori? Sicuramente si poteva fare di più per promuovere Lecco e per “avvicinarla” a chi andava ad Expo».

«Tra i risultati principali va segnalato senza dubbio evidenziato quello della navigazione - aggiunge Ciresa - Anche grazie agli oltre 13mila euro investiti da Confcommercio Lecco, si sono potenziati i battelli sul ramo lecchese: una scelta vincente che ha portato a un incremento del 40% dei biglietti venduti. È l’esempio di un progetto lanciato in occasione di Expo che va rilanciato anche dopo e a cui va data continuità. Chi si è trovato bene a Milano, in Lombardia e anche a Lecco tornerà in questi luoghi e ne parlerà bene. Sono convinto che complessivamente sia stata una promozione importante per il territorio nel suo complesso».

D’accordo con la riflessione di Ciresa è il presidente degli albergatori del territorio, Severino Beri: «Senza farci prendere dai facili entusiasmi e senza confondere i passaggi negli uffici turistici con le presenze nelle strutture lecchesi, direi che il bilancio della stagione turistica è ampiamente soddisfacente. Hanno lavorato bene sia gli operatori del lago che della montagna. Sono stati importanti il bel tempo di questi mesi, la fiducia diffusa nei potenziali consumatori, ma anche l’Expo. Poi è chiaro che per un albergatore è difficile misurare quelli che sono venuti esclusivamente per l’evento di Milano. Alcuni sono arrivati sul nostro territorio per l’esposizione universale, altri magari sono stati indirizzati verso l’Expo proprio dagli operatori. Resta il fatto innegabile che Expo è stata una vetrina importante: i benefici ci sono stati e ci saranno anche in futuro. Io spero nell’onda lunga. Apertura prolungata? Sarei stato favorevole: se non fino a Capodanno, almeno di un mese. Difetti? Si poteva promuovere meglio all’estero. La dimostrazione l’abbiamo con i dati delle presenze che registrano una stragrande maggioranza di ingressi di italiani».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Expo 2015, il bilancio dei commercianti: "Ha fatto bene al territorio lecchese"

LeccoToday è in caricamento