menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legge regionale sul consumo del suolo, un nuovo strumento di riqualificazione del territorio

Daniele Nava: "Occasione per affrontare il problema di ripristinare gli alvei dei torrenti"

È stato approvato ieri 19 novembre, dal Consiglio regionale della Lombardia, il provvedimento per la riduzione del consumo del suolo e la riqualificazione del suolo degradato, che prevede una riduzione delle costruzioni su terreni agricoli non ancora edificati e la riqualificazione degli spazi urbani dismessi.

Una legge che il Sottosegretario regionale Daniele Nava, delegato agli enti locali, vede come un'ottima opportunità per il territorio lecchese: «Visti i dissesti idrogeologici in atto, è un’occasione importante per Lecco per affrontare e risolvere il delicatissimo tema del ripristino degli alvei dei principali torrenti - afferma - Questa norma è stata richiesta dall'Anci proprio per lasciare ai Comuni il tempo di adeguare gli strumenti pianificatori, e nulla vieta comunque ai sindaci di adottarla immediatamente», anche se il provvedimento entrerà effettivamente in vigore una volta pubblicato sul Bollettino regionale.

La legge, precisa Nava, «detta un nuovo paradigma di sviluppo e dà una risposta equilibrata, sostenibile ed efficace alla drammatica situazione in cui versa il nostro territorio, bloccando la possibilità di proporre varianti ai Pgt che incrementino il consumo del territorio, ma permette per due anni e mezzo lo sviluppo delle previsioni definite "più mature", vista anche la grave crisi del settore edile».

Tre gli obiettivi del provvedimento: disincentivare il consumo del suolo, incentivare alla rigenerazione urbana e al recupero delle aree dismesse, rivedere il Piano Territoriale Regionale e le previsioni urbanistiche locali. per rispondere ai reali fabbisogni dei territori.

Soddisfatto anche Mauro Piazza, Consigliere regionale del Nuovo centrodestra, che commenta: «Da oggi in Lombardia sarà impossibile consumare anche un solo metro quadro di suolo agricolo. Questa legge è solo il primo passo di un lungo percorso, infatti già da domani ci attende una nuova sfida di grande importanza: modificare, entro un anno, il Piano Territoriale Regionale, dove definiremo criteri, indirizzi e linee tecniche a cui tutti i comuni dovranno adeguare i propri PGT».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento