menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Passoni, sindaco di Olginate.

Marco Passoni, sindaco di Olginate.

A Olginate accordo bipartisan contro il gioco d'azzardo

La proposta dell'opposizione accolta dalla Giunta del sindaco Passoni. Presto altre misure restrittive per i locali con le slot e iniziative di sensibilizzazione al problema

Maggioranza e opposizione di Olginate alleate per rendere il paese “slot free”. La mozione presentata dal gruppo consigliare “Olginate si Cambia” guidato da Riccardo De Capitani contro il gioco d’azzardo è stata condivisa anche dall’Amministrazione del sindaco Marco Passoni. L’intesa è stata trovata nell’ultimo Consiglio comunale dove i punti del documento sono stati illustrati da Andrea Secchi, il quale aveva di recente ricordato gli allarmanti dati legati all’uso delle macchinette: «Solo a Olginate si spendono ben 646 Euro pro capite all’anno, per un totale di 4.522.000 Euro. Chiediamo iniziative concrete per limitare al massimo il gioco d’azzardo, da orari ridotti a incentivi per chi le toglie, dalla marcata distanza da luoghi sensibili a iniziative di sensibilizzazione sul problema».

"Olginate si cambia": rendiamo il paese slot free

L’accordo bipartisan è stato presto trovato, anche se, in realtà, c’è stata qualche modifica rispetto al testo iniziale. «Si tratta di una proposta utile che abbiamo condiviso volentieri, anche perché siamo da anni impegnati a contrastare la presenza di slot machine in paese con normative comunali già restrittive, come la distanza obbligatoria di almeno 800 metri da luoghi sensibili - commenta il sindaco Marco Passoni - Nel redigere il regolamento seguiremo le direttive del Distretto dei sindaci già assunte a livello provinciale contro  il gioco d’azzardo. E lo faremo recependo le indicazioni della minoranza, a partire dalla promozione di iniziative di sensibilizzazione. Ci sarà un giro di vite anche in merito agli orari di apertura dei locali che utilizzano le macchinette. Non concederemo invece un incentivo economico a chi le toglierà, perche resterebbero svantaggiati quegli esercizi che fin dall’inizio hanno deciso di non tenere le slot e chi le ha già tolte da tempo. Ad occuparsi della nuova normativa sarà l’assessore ai Servizi sociali Paola Viganò. L’obiettivo è quello di rendere il più possibile Olginate un Comune slot free - aggiunge il primo cittadino - I dati ricordati da Andrea Secchi sono senza dubbio allarmanti, ma dimostrano che Olginate è comunque ampiamente sotto la media regionale che si attesta intorno ai 1.800 Euro spesi all’anno pro capite per il gioco d’azzardo. Noi cercheremo comunque di abbattere ancora di più questi numeri».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento