Ats Brianza: «Sanificazione di luoghi all'aperto non necessaria contro il Covid-19»

Il direttore generale Silvano Casazza risponde ai sindaci del territorio: «Al momento non ci sono riferimenti certi relativi all'efficacia attesa». L'iniziativa, in assenza di una norma di legge, è facoltativa per i Comuni

(Foto di repertorio)

Dopo le richieste di alcuni Comuni del territorio, compreso Lecco, sull'efficacia della sanificazione delle strade per contenere il contagio del virus Covid-19, è arrivata la risposta attesa da Ats Brianza: la pulizia non è necessaria per arginare l'epidemia.

«Sono pervenute a questa agenzia da parte di diversi sindaci richieste di indicazioni sulla opportunità di igienizzazione degli spazi a uso pubblico nel quadro delle misure straordinarie per il contenimento del contagio da Sars-Cov-2, responsabile dell'epidemia di Covid-19 - spiega in una nota ufficiale il direttore generale Silvano Casazza - Al riguardo si ritiene di fornire i seguenti chiarimenti. In base alle conoscenze scientifiche al momento disponibili sulla diffusione e le modalità di trasmissione del virus Sars-Cov-2, non ci sono riferimenti certi relativi alla efficacia attesa, quindi alla necessità di avviare interventi di vera e propria sanificazione delle strade e delle piazze, tantomeno dei giardini, parchi, bagni pubblici, sottopassi pedonali, panchine, pensiline dei mezzi di trasporto pubblico».

Sanificazione strade contro il Covid-19? Dossi: «In corso una verifica»

Casazza fa inoltre notare come non esista un obbligo normativo: le linee di indirizzo ministeriali del 22/2/2020 (cfr prot. 5443 - DGGPRE-DGPRE-P) forniscono solo indicazioni riguardanti le superfici e gli ambienti confinati, mentre nel Dpcm dell’8 marzo 2020 è disposta la sanificazione dei mezzi di trasporto pubblico.

«Ferma restando la facoltà da parte di ogni Amministrazione comunale di attivare tali procedure di sanificazione, si raccomanda di evitare di utilizzare prodotti chimici diversi dai comuni detergenti, o soluzioni acquose a concentrazioni superiori a quelle sotto indicate di ipoclorito di sodio, al fine di evitare possibili effetti indesiderati sulla popolazione esposta, a fronte della mancata evidenza di efficacia di tali azioni rispetto alladiffusione del virus in oggetto. AI riguardo, si segnala, infatti, che sono reperibili alcuni documenti a livello internazionale, tra questi un documento elaborato dall'Epa (United States Enviromental Protection Agency) che per la pulizia delle strade orienta verso l'utilizzo di acqua con diluizione di ipoclorito di sodio allo 0,025%. Sarà cura di questa Agenzia - conclude Casazza - informare qualora pervenissero diverse indicazioni al riguardo dalle autorità sanitarie sovraordinate».

Pescate, al via la sanificazione di uffici comunali, ambulatori, parchi, scuole e palestra

Fasoli: «Costo rilevante: prima di procedere attenderamo modifiche»

Il sindaco di Mandello Riccardo Fasoli questa mattina, nel consueto bollettino quotidiano di aggiornamento sul Covid-19 in paese (10 casi di contagio accertati), ha commentato così il parere dell'Agenzia a tutela della salute: «Arrivato il comunicato ufficiale della Ats di nostro riferimento, circa la non provata efficacia della disinfezione stradale. Il costo di tale attività è rilevante e, prima di procedere, si attenderanno eventuali modifiche alle indicazioni sopra riportate».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le regole per Natale 2020: cosa succede con gli spostamenti tra regioni, il coprifuoco e il cenone

  • Coronavirus, la Lombardia chiede la zona arancione dal 27 novembre

  • «Ho investito in sport e prevenzione, sbagliato il lockdown nei confronti di attività come la mia»

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • L'amore trionfa sul virus: si sposa dopo essere stato intubato e aver sconfitto il Covid

  • Ruba un'ambulanza per tornare a casa dal Pronto soccorso

Torna su
LeccoToday è in caricamento