Gli alunni del Bertacchi contribuiscono alle Olimpiadi Federazione Sport Sordi della Val Chiavenna

Dal 9 al 19 dicembre 15 alunni della quarta B dell'indirizzo animatore turistico sportivo del tempo libero hanno partecipato in alternanza scuola-lavoro alla realizzazione dell'evento

La delegazione del Bertacchi

Gli alunni del Bertacchi in alternanza scuola lavoro alle Olimpiadi Federazione Sport Sordi della Val Chiavenna. Dal 9 al 19 dicembre 15 alunni della classe quarta B dell'indirizzo IeFP, animatore turistico sportivo del tempo libero, coordinati dal tutor scolastico, la professoressa Simonetta Cicciarella, hanno partecipato in alternanza scuola lavoro alla realizzazione delle Olimpiadi della Federazione sport sordi Italia svoltesi a Chiavenna e a Madesimo, entrando a far parte dello staff della
manifestazione.

Si tratta di un evento internazionale che ha registrato la partecipazione di 33 Nazioni dal Canada al Kazakistan, dal Giappone alla Bielorussia, sfidatesi nelle sei discipline sportive coinvolte: curling, sci di fondo, sci alpino, snowboard, hockey su ghiaccio, e scacchi. Nei giorni antecedenti la cerimonia di apertura che si è svolta giovedì 12 dicembre a Sondrio, i ragazzi sono stati impegnati in attività di accoglienza delle varie squadre: registrazione e intrattenimento degli atleti, preparazione dei pass di riconoscimento e dei kit di benvenuto. In questi giorni hanno continuato la loro esperienza sul campo affiancando lo staff nell'assistenza, alternandosi tra Chiavenna (hockey e scacchi) e Madesimo (curling).

Orientamento scolastico: l'Istituto Bertacchi apre le sue porte

Tante le competenze trasversali esercitate dai ragazzi: relazionali, gestionali, organizzative, linguistiche. Il dirigente scolastico, Raimondo Antonazzo, si è attivato per consentire la realizzazione di tale esperienza di grande spessore e, a partire dallo scorso mese di maggio, l'Istituto Bertacchi ha lavorato per offrire ai propri alunni un'opportunità di crescita umana e professionale in linea con le finalità formative ed educative che da sempre caratterizzano la scuola. È stato realizzato un mini corso sulla lingua dei segni, per fornire ai ragazzi un lessico base e metterli in condizione di interagire e collaborare in modo semplice con i protagonisti della manifestazione: le persone sorde.

È stato anche organizzato un corso sull'uso del defibrillatore con l'esame finale e l'acquisizione del relativo attestato. I ringraziamenti per la realizzazione di tale progetto vanno alla Federazione Sport Sordi Italia nella persona di Fabio Gelsomini, al tutor del comitato organizzatore il professor Massimiliano Bucca, alle Ande di Lecco per la concessione gratuita delle giacche di rappresentanza, alla cooperativa segni di integrazione di Piemonte per il minicorso sulla lingua dei segni nelle persone di Chiara Di Monte (docente) e Omar Ferroni (interprete).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Giù le mani dalle mogli degli altri»: sui muri bellanesi insinuazioni contro il maresciallo

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Covid, Lombardia verso l'entrata in "zona gialla": cosa cambia

  • Due incidenti distinti alla stessa ora lungo la Statale 36, deceduto un 56enne

  • De Capitani: «Il Dpcm sul Natale divide l'Italia in due. Voglio vedere chi avrà il coraggio di multare»

Torna su
LeccoToday è in caricamento