menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La cappelletta di Rossino, frazione di Calolzio,dedicata al Patrono degli Orfani.

La cappelletta di Rossino, frazione di Calolzio,dedicata al Patrono degli Orfani.

Riposizionata l'effige di San Girolamo dopo i passati vandalismi

Iniziativa del gruppo "Cambia Calolzio" a Rossino. «Tra noi ci sono cattolici, laici e islamisti. Ma tutti apprezziamo l'operato del Patrono degli Orfani e abbiamo sistemato volentieri l’edicola maltrattata da alcuni idioti»

Riposizionata l'effige di San Girolamo nella cappelletta di Rossino presa di mira più di una volta dai vandali. L'iniziativa è stata attuata nei giorni scorsi dal gruppo civico "Cambia Calolzio". Una buona notizia anche in vista della ricorrenza del Patrono degli Orfani che verrà celebrata sabato 8 febbraio nella vicina Somasca.  «Nel giugno del 2018 a Rossino, nell’edicola di via Grigne veniva inqualificabilmente sfregiata da qualche cretino una stampa di San Girolamo Emiliani - ricorda Diego Colosimo a nome di "Cambia Calolzio" - Successivamente nel gennaio di quest’anno altri stupidi perditempo, o forse i medesimi, hanno scritto nello spazio vuoto alcune insensate scritte. Nei giorni scorsi, in vista della ricorrenza del Patrono degli Orfani, abbiamo riposizionato, a nostra cura, un’altra stampa di San Girolamo che distribuisce il pane ai poveri».

Colosimo: «Apprezziamo tutti San Girolamo perchè è stato un grande esempio di attenzione ai deboli»

La cappelletta è dunque già stata risistemata e la nuova immagine è già visibile. «Tra noi di Cambia Calolzio - aggiungono gli autori dell'iniziativa - ci sono cattolici e islamisti, laici e agnostici, ma al di là delle nostre diversità, che sono comunque una ricchezza, abbiamo deciso di riesporre, nella stessa posizione dell’edicola maltrattata da idioti, una, per noi, significativa stampa. San Girolamo, al di là di ogni espressione di religiosità per i credenti, per noi rappresenta una figura alta e giusta, per essersi messo a disposizione di affamati, malati, giovani abbandonati, carcerati. Una vita e un impegno ben diverso dai cosiddetti “banchieri di Dio” e dalle molte sbragate ricchezze vaticane. In tempi come i nostri, dove i dilaganti egoismi e le bestialità lievitano in maniera esponenziale, facendo purtroppo proseliti anche per gli irresponsabili comportamenti di soggetti à la page, siano essi politici o altro, figure, come quella di San Girolamo che sono state e sono di esempio con lo stare dalla parte dei più deboli, ci piacciono».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazione anti-covid, da giovedì possono prenotarsi 22mila lecchesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento