menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Dervio: il torrente Varrone durante l'alluvione del 2019

Dervio: il torrente Varrone durante l'alluvione del 2019

Dervio, via agli interventi di rifacimento delle sponde del torrente Varrone

Dalla Regione 80mila euro per sistemare gli argini in prossimità della foce, rimuovere migliaia di metri cubi di materiale dall'alveo e rifare alcuni accessi spazzati via dall'alluvione

«Nel giro di alcune settimane prenderanno il via gli interventi di rifacimento delle sponde del torrente Varrone e dello svasamento dell'alveo».

Così l'assessore ai Lavori pubblici del Comune di Dervio, Sandro Cariboni, che spiega: «Regione Lombardia ha finanziato al nostro ente 80mila euro per realizzare gli interventi sul Varrone, torrente che ricade nel reticolo primario per cui della stessa Regione, al fine di velocizzare gli interventi affidando la progettazione e l'appalto al Municipio».

Maltempo. Esondazione del fiume Varrone, evacuazione a Dervio

Si tratta di interventi finalizzati a rifare gli argini in prossimità della foce, rimuovere alcune migliaia di metri cubi di materiale dall'alveo e rifare alcuni accessi al fiume che sono stati spazzati via dell'alluvione della scorsa estate. L'argine alla foce era già stato rifatto nell'immediatezza dell'evento alluvionale ma poi era crollato nuovamente in occasione degli eventi di agosto. La progettazione sarà eseguita calcolando i dati legati alle piene emersi negli ultimi eventi.

Alluvione di giugno, la popolazione di Dervio ringrazia i volontari

«Con Regione Lombardia - spiega Cariboni - abbiamo definito lo stanziamento con diversi sopralluoghi e appena sarà definita la progettazione il responsabile dell'area tecnica provvederà a fare la gara per assegnare gli interventi. Cercheremo di velocizzare il più possibile perchè ben sappiamo che già tanto tempo si è perso. Anche Lario Reti sta collaborando in considerazione della presenza del depuratore in zona. Mi auguro che la collaborazione si concretizzi per il bene di tutti».

Il sindaco Stefano Cassinelli aggiunge: «Ringraziamo Regione Lombardia e l'Utr in particolare per aver dato seguito agli impegni. Purtroppo le lungaggini fanno parte delle burocrazia italiana ma Regione ha cercato di velocizzare al massimo questi interventi sapendo quanto è importante».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento