Due donne alate i dolci più buoni del mondo. Filippo racconta i segreti della scultura vincente

Intervista al giovane lecchese Valsecchi, primo al campionato mondiale juniores di pasticceria: «Un'emozione unica, ringrazio tutti coloro che hanno creduto in me»

Le due sculture di zucchero e cioccolato a forma di donne alate con le quali Filippo ha vinto il titolo mondiale "under 23".

«Sono felicissimo per questa vittoria, ringrazio di cuore tutti coloro che ci hanno seguito e sostenuto. Aver vinto il titolo mondiale è stata un'emozione unica». 

Il giovane Filippo Valsecchi, residente a Erve, campione del mondo di pasticceria

È comprensibilmente raggiante, ma sempre umile e disponibile, Filippo Valsecchi, il ventenne lecchese neo trionfatore ai campionati mondiali di pasticceria juniores Sigep andati in scena nei giorni scorsi a Rimini. Insieme al collega Vincenzo Donnarumma e con gli insegnamenti di coach Davide Malizia, Filippo Valsecchi ha conquistato il gradino più alto del podio preparando due dolci sculture di cioccolato e zucchero a forma di donna. Una creazione gustosa e complessa, e allo stesso tempo di alto valore estetico, come quella con la quale lo scorso anno vinse il titolo italiano, ispirata al veliero dei Pirati dei Caraibi.

Orgoglio lecchese: cresciuto al Cfpa di Casargo e già impegnato nell'attività di famiglia ArteSapori di Lecco e Oggiono

«Il tema della competizione di quest'anno era "il volo" - racconta il giovane residente a Erve, cresciuto al Cfpa di Casargo, e già all'opera nelle pasticcerie di famiglia "ArteSapori" di Lecco e Oggiono - Come team azzurro abbiamo pensato di dare forma a due donne alate, una a forma di aquila in cioccolato, e un'altra in zucchero simile a farfalla, entrambe alte circa un metro e 60».

Un grande impatto per gli occhi e per il palato. «Le due creazioni chimate "Volare" sono piaciute anche per l’estetica - aggiunge Filippo Valsecchi - Oltre a quello per le due sculture abbiamo vinto altri tre premi di categoria su quattro: miglior torta al cioccolato, miglior dessert abbinato al caffe, miglior mignon da forno. La prova è stata di livello molto alto, con la partecipazione di alcune squadre all'esordio, come quelle dall'Oriente che non conoscevamo. Gli avversari più temibili sono stati ancora una volta i franesci, secondi sul podio dopo noi azzurri. Terzo il team di Singapore, number one nel dolce gelato. Allenamenti, studio e preparazione sono stati molto impegnativi - conlude il giovane pasticciere campione del mondo - ma ne è valsa la pena, perchè la felicità nell'alzare la coppa è stata davvero immensa». 

Tra i tifosi di Filippo (secondo da destra nella foto sotto) alla finalissima di Rimini c'erano anche il sindaco di Erve Giancarlo Valsecchi e il primo cittadino di Oggiono, nonchè parlamentare della Lega, Roberto Ferrari.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Latitante da 15 anni, preso a Milano il re dei documenti nato nel Lecchese

  • "Black Ink": riciclaggio e bancarotta, truffa da trentacinque milioni. In dodici finiscono nei guai

  • Statale 36: brutto incidente prima della "San Martino", serie le condizioni di un'automobilista

  • Come far durare più a lungo la tinta per capelli

  • Scomparso 32enne: ricerche in corso sul Monte Moregallo

  • Torna il maltempo: nel Lecchese scattano ben tre allerte

Torna su
LeccoToday è in caricamento