Il Museo della Seta di Garlate partner della prestigiosa mostra  “L’altra tela di Leonardo”

L'Abegg ha collaborato con il “Museo del Setificio Piemontese” di Caraglio, in provincia di Cuneo, per omaggiare il genio di Vinci a 500 anni dalla scomparsa

Garlate in prima fila nell'omaggio al genio di Leonardo da Vinci. Dopo le iniziative organizzate sul territorio con il sostegno del Comune, il museo Abegg ha dato ora il proprio contributo a un importante mostra organizzata in terra piemontese. Nel cinquecentenario della morte del genio toscano, il “Museo del Setificio Piemontese” di Caraglio (Cuneo) lo ricorda infatti con la mostra dal titolo “L’altra tela di Leonardo”, ovvero le sue geniali invenzioni in campo tessile di macchine del tutto nuove come l’incredibile telaio meccanico automatico e tante altre. La mostra (di cui pubblichiamo alcune foto) è stata inaugurata sabato 5 ottobre e resterà aperta fino a febbraio 2020. Il lavoro di preparazione dell’esposizione, la ricerca di macchine e disegni da presentare iniziò a dicembre dello scorso anno.

Fondamentale è stato il contributo del “Museo della Seta Abegg” di Garlate e dei suoi responsabili che avevano scritto il libro “Leonardo e il mondo tessile” uscito nel 2005. Gli stessi un po’ prima avevano inoltre ricostruito al vero e funzionante, per il “Museo della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci” di Milano, il “Telaio” automatico disegnato nel 1495 da Leonardo quando rimase a Milano per quasi venti anni presso gli Sforza. 

L’esposizione di Caraglio curata dagli stessi esperti che recuperarono quel complesso serico, si trova nel più antico setificio d’Europa pervenuto. Risulta divisa in tre sezioni. Una multimediale con video e installazioni coinvolgenti in cui il visitatore può partecipare all’ingegno leonardiano nella messa a punto e nella creazione di dispositivi e macchine per tessere. Nella seconda sezione può osservare  i modelli di alcune macchine da lui concepite, tra cui il telaio meccanico automatico per la tessitura. La terza, che si sviluppa nei tre piani del Filatoio da seta del Museo ricostruito come era nel Seicento, ospita grandi panelli raffiguranti disegni di Leonardo posti vicino agli stessi meccanismi e automatismi visibili in funzione sulle macchine del filatoio che produce filo di seta.

Vandali in azione nella notte a Garlate: forate le gomme dei mezzi comunali

La mostra, è stata impostata e realizzata dall’architetto Aurelio Toselli, la ricerca e il coordinamento tecnico e scientifico è stato curato dal fisico Flavio Crippa del Museo Abegg di Garlate. Gli stessi  in passato avevano studiato, progettato e realizzato il restauro del setificio e la ricostruzione di tutte le macchine presenti oggi. Oltre ai musei citati la mostra ha visto inoltre  il contributo del “Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci” di Milano, del “Museo del Tessuto di Prato” e del “Museo Leonardiano di Vinci”. Soddisfazione per la preziosa collaborazione fornita dal museo Abegg è stata espressa dall'assessore alla Cultura di Garlate, Diana Nava.

L'esposizione è stata promossa dalla Fondazione Filatoio Rosso e dal Comune di Caraglio in collaborazione con la Fondazione Artea. Se si osserva che le testimonianze tessili più antiche pervenute risalgono a trenta mila anni fa si intuisce l’importanza di questa attività umana e il merito della mostra nel farlo comprendere.

La mostra di Caraglio sarà visitabile fino al 16 febbraio, dal giovedì al sabato dalle 14.30 alle 19, domenica e festivi dalle 10 alle 19. Un'occasione per una gita culturale fuori porta che potrebbe interessare anche molti lecchesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Crandola Valsassina: trovato morto nella vasca da bagno Vittorio Galluzzi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi, si cerca nell'Adda

  • Gli occhi della Prefettura sul "Cermenati": messi i sigilli con "un'antimafia" al bar del centro

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

  • Bimba nasce prematura in casa, intervento dei soccorsi a Vendrogno

Torna su
LeccoToday è in caricamento