rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Attesa lunga / San Giovanni / Via Agliati

Via Agliati, serve altro tempo per il nuovo muro: strada ancora chiusa

Fino a metà novembre la frequentata via di San Giovanni sarà percorribile solamente dai pedoni

Fino a metà novembre solo i pedoni potranno transitare da via Agliati. Diversamente da quanto riferito ad agosto, la strada non dovrebbe riaprire prima di venerdì 18, come disposto dal Comune di Lecco attraverso l'ordinanza emanata dal dirigente Alessandro Crippa lunedì che ha prorogato la precedente scadenza del 14 ottobre. Intanto sull'area esterna dell'oratorio è stato posizionato il muro, ma non si è ancora arrivati al completo ripristino, come testimoniato dalla presenza di vari macchinari, gru compresa, in zona.

muro via agliati 12 ottobre 20222-2

Poco più di un anno fa si verificò il crollo di un muro di contenimento di proprietà della Parrocchia San Giovanni Evangelista: un grosso spavento nel cuore della notte per i residenti, tra i quali figura l'ex consigliere comunale Massimo Riva, seguito dall'installazione un muro temporaneo "di lego", così ribattezzato da chi abita nel rione. A metà luglio la strada era stata già chiusa per permettere l'installazione della gru della Colombo Lilliano, azienda mandellese incaricata di eseguire i lavori.

muro via agliati 12 ottobre 20220-2

La paura nella notte del crollo

"Cos'è la paura che ti resta dentro? È venire svegliati in piena notte dal rumore di una frana che si abbatte sul tuo cancello di casa e ti travolge l'auto. E poi fango e sassi ovunque nel portico della propria abitazione. La notte a spalare per cercare di liberare l'uscita. Fortunatamente nessuno si è fatto male".

Massimo Riva, ex Consigliere comunale di Lecco nelle file del Movimento 5 Stelle, racconta così i terribili momenti vissuti quando, intorno alla mezzanotte del 3 agosto 2021, è crollato il muro di contenimento di via Agliati, sotto i colpi della forte pioggia e del maltempo che hanno colpito ancora duro tra città e territorio rendendo necessari una trentina di interventi da parte dei Vigili del Fuoco.

Massimo Riva-3 Massimo Riva davanti all'ingresso di casa, vicino all'auto della moglie.

Nel rione di San Giovanni la parete sottostante la porta del campo di calcio del vicino oratorio è letteralmente crollata sulla strada travolgendo l'auto di Vera, moglie di Massimo, con pietre e cemento che sono entrati perfino oltre il cancello della palazzina dove abita la famiglia Riva, materiali spinti dall'acqua diventata come un torrente. Uno scenario improvviso, inaspettato e impressionante. Per fortuna in quel momento nessuno stava passando da quel tratto di strada.

Auto 3-2

Nuovi danni del maltempo nel Lecchese: muro crolla e si abbatte su un'auto

"Lo spavento è stato tanto - continua Massimo Riva, molto conosciuto in città - a un tratto abbiamo sentito un rumore pazzesco, poi il crollo, ci siamo affacciati e abbiamo visto la frana che aveva invaso la strada. Siamo corsi al piano terra, parte del materiale crollato si trovava dentro la piazzola del nostro ingresso oltre il cancello, con l'acqua che scorreva. Abbiamo subito dato l'allarme e sul posto sono presto arrivati i Vigili del Fuoco e gli agenti della Polizia locale. Come potete veder la macchina di mia moglie è stata travolta dai massi".

Auto 3 (2)-2-2

Sassi e terra hanno spinto il veicolo contro la parete esterna dell'abitazione, provocando diversi danni sia al campo di calcio dell'oratorio di San Giovanni, sia all'auto in sosta, sia alla vicina abitazione di Massimo Riva.

Campo calcio-2

"Io abito qui da circa due anni e quel muro mi ha sempre impensierito un po' - ha aggiunto il lecchese -. Ricordo un crollo parziale dell'angolo in zona cinema qualche anno fa. Gli sfiatatoi del muro sono ostruiti da erbacce e detriti e il campo con queste forti piogge accumula una quantità di acqua enorme che imbeve la terra che preme sul muro. Ora speriamo in un'attenta opera di messa in sicurezza".

Auto crollo 4-2

Molte le attestazioni di vicinanza e solidarietà espresse nei confronti di Massimo Riva e dei suoi famigliari per quanto accaduto ai danni dell'auto e della casa, nonchè per lo spavento e i disagi provati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Agliati, serve altro tempo per il nuovo muro: strada ancora chiusa

LeccoToday è in caricamento