Giovedì, 29 Luglio 2021
Notizie Via Emanuele V. Parodi, 63

Raduno internazionale Città della Moto Guzzi 2021, appuntamento dal 6 al 12 settembre

Fissate le date per la manifestazione più attesa dell'anno a Mandello. Il clou a partire dal 9 settembre con le Giornate mondiali Guzzi. Previste iniziative durante l'arco dei dodici mesi

Mandello del Lario, 2021. Sono passati cento anni da quei giorni magici: cento anni di visione, oculatezza, razionalità, ingegno che hanno generato una passione infinita, palpitante, sconsiderata. Cento anni di "guzzismo" in sella a motociclette meravigliose, palpitanti, compagne di viaggi avventurosi come di quotidianità gioiosa; cento anni che saranno celebrati attraverso il rito magico che ogni anno si celebra con l'intera Mandello in festa attorno alla fabbrica dei sogni.

Il raduno si svolgerà dal 6 al 12 settembre 2021: ecco le date definitive del Motoraduno Internazionale Città della Moto Guzzi del Centenario, durante le quali Mandello come di consueto tornerà a essere il richiamo naturale e irresistibile per ogni guzzista che, come un rabdomante alla ricerca dell'acqua, volgerà il manubrio della propria Moto Guzzi di ogni età e epoca verso quella riva del lago di Como che l'ha vista nascere e dove si concentreranno i festeggiamenti con un ricco calendario di eventi che avranno inizio il 6 settembre, per poi convogliarsi dal 9 settembre nelle Gmg 2021. Moto Guzzi insieme al Comitato Motoraduno Internazionale stanno preparando un evento imperdibile.

Ma non solo: sono in preparazione molti altri eventi lungo l'anno che riscalderanno i cuori a due e quattro valvole, mono o bicilindrici, fino all'apoteosi finale di settembre. 

Moto Guzzi, le origini

Mandello, anni '10. Un giovane tecnico motoristico comincia a interessarsi di motori presso l'officina Ripamonti, il punto di riferimento della zona. La sua grande curiosità e senso pratico lo portano a immaginare una nuova motocicletta con una sua visione personale: 500 cc, cilindro orizzontale in modo da esporre la testa al raffreddamento, 4 valvole, doppia accensione, cambio in blocco, volano esterno e un telaio basso, finalmente non più somigliante a una bicicletta adattata. 

Una visione vincente, che espone a due ufficiali della Regia Marina appassionati di motori come lui che la grande guerra farà incontrare, con quella casualità della vita che spesso combina magicamente i destini. Carlo Guzzi (il tecnico progettista), Giorgio Parodi (il finanziatore), Giovanni Ravelli (il pilota) diventano amici e si accordano per produrre quella moto. E non si fermeranno, neppure con la morte di Giovanni in un collaudo aereo. Giorgio chiede al padre Emanuele Vittorio, armatore genovese oculato e accorto, il finanziamento per partire. Emanuele Vittorio acconsente: "… Ché se per fortunata ipotesi esso mi piacesse sono disposto ad andare molto avanti senza limitazioni di cifre". 

15 marzo 1921, nasce la Società Anonima Moto Guzzi, con sede legale e amministrativa a Genova e stabilimento produttivo a Mandello del Lario. Visione, oculatezza, razionalità e passione. Le stesse di cento anni dopo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raduno internazionale Città della Moto Guzzi 2021, appuntamento dal 6 al 12 settembre

LeccoToday è in caricamento