rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Notizie

La natura vista dai bambini in 600 disegni, lupi e orsi protagonisti

Successo per il concorso di pittura proposto da Wwf Lecco. Raddoppiato il numero dei partecipanti dello scorso anno. Premiate opere molto belle

Record di disegni per il concorso di pittura online del wwf aperto ai più giovani. L'iniziativa era rivolta in particolare ai bambini della scuola primaria e ai ragazzi della secondaria di primo grado, e ha raccolto in due settimane ben 614 disegni, più del doppio rispetto ai partecipanti dell’edizione 2022. Il tema del concorso, lanciato dal Wwf in collaborazione con il Parco regionale del Monte Barro, era quello dei grandi carnivori che stanno tornando sulla catena alpina, lupi e orsi in particolare. Tecnica libera e spazio alla fantasia: i partecipanti hanno così realizzato disegni molto belli.

Tutte le opere sono state divise in tre categorie: una riservata ai bimbi delle prime due classi della primaria, una per quelli di terza, quarta e quinta, una riservata infine ai più grandicelli della scuola media. Particolarmente impegnativo il compito della giuria che per ogni categoria ha stilato una classifica con i 10 disegni più apprezzati. I vincitori assoluti sono stati Martina Cattaneo della scuola Stoppani di Galbiate, Agata Loizedda della Diaz di Lecco e Gloria Panizza della Volta di Abbadia lariana. Classifiche, disegni premiati e l’intera galleria fotografica sono pubblicati sul sito ufficiale del Wwf Lecco.

La classifica delle scuole.

"Una partecipazione andata oltre le aspettative"

“È stato pesante, dal punto di vista organizzativo, gestire un numero così alto di iscrizioni, ma vedere che dai 200 disegni della prima edizione siamo passati ai 300 della seconda ed ora addirittura ad oltre 600, ci ripaga di tutto il lavoro - spiegano i promotori dell'iniziativa - I grandi numeri in termini di partecipanti li hanno fatti Lecco e Valmadrera, ma abbiamo ricevuto disegni da tanti paesi del circondario, con una partecipazione diffusa, oltre ogni nostra aspettativa. Ovviamente dobbiamo ringraziare anche quegli insegnanti che si sono spesi in prima persona coinvolgendo intere classi, ma soprattutto i tantissimi  bambini che ci hanno saputo regalare un vero torrente di colori e di emozioni".

Il disegno di Agata Loizedda di Lecco.

Cinque i premiati per ogni categoria, che riceveranno ciascuno un'iscrizione annuale al Wwf, una copia del volumetto “Gismund e gli altri”, nato dalla collaborazione tra Wwf e Parco Regionale Monte Barro, e un dolcissimo uovo di Pasqua targato Wwf. I classificati dal sesto al decimo posto riceveranno un attestato digitale personalizzato di partecipazione, realizzato appositamente per il concorso. Tutti quanti hanno inviato i loro disegni hanno comunque la soddisfazione di poterli vedere pubblicati sulla galleria fotografica del sito ufficiale Wwf Lecco.

Le scuole con più partecipanti riceveranno una casetta nido per insetti impollinatori

I vincitori del concorso, dal primo al quinto posto, potranno ritirare i loro premi sabato 25 marzo in piazza Garibaldi a Lecco, dove, in occasione dell’evento internazionale earth hour - L’Ora della Terra, Wwf Lecco sarà presente con un tavolo di propaganda e con la tradizionale offerta primaverile di piante aromatiche. “Rosmarino e melissa, lavanda e timo, salvia, menta e maggiorana… anche una piccola piante officinale sui nostri balconi o nei nostri giardini, può rappresentare un piccolo segno di attenzione per gli insetti impollinatori, preziosi custodi della biodiversità.” Sarà anche l’occasione per esporre e potere quindi ammirare i quindici disegni premiati.

Il disegno di Martina Cattaneo di Galbiate.

Come già per la scorsa edizione, anche quest’anno si è voluto premiare anche le scuole con il maggior numero di partecipanti, classifica dominata dalla scuola primaria IMA Lecco con oltre 150 disegni. I primi cinque istituti per numero di partecipanti riceveranno una bugbox, una casetta nido per insetti impollinatori selvatici, offerta da Wwf Lecco, da posizionare in uno spazio verde interno o adiacente la scuola, per favorire la presenza di insetti impollinatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La natura vista dai bambini in 600 disegni, lupi e orsi protagonisti

LeccoToday è in caricamento