menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'interno del parcheggio del Broletto Nord

L'interno del parcheggio del Broletto Nord

Broletto Nord: si va verso l'apertura del nuovo parcheggio

La Giunta comunale delibera di avviare le procedure di affidamento in gestione degli spazi

Frutto della convenzione urbanistica sottoscritta a fronte della realizzazione dei complessi immobiliari nell'area ex Badoni, aggiornata nel 2002, i posti auto ricavati nel comparto nord del Broletto dalle società Sapam Immobiliare di Roma e Aurora di Novate Milanese, non sono mai stati resi disponibili, così come invece previsto dagli accordi in essere con il Comune di Lecco, che nel 2012 aveva intimato loro di adempiere alla convenzione, aprendo e gestendo i parcheggi accessibile da via Grassi.

Del luglio del 2013 è la diffida ad adempiere alle obbligazioni contrattuali, pena la risoluzione di diritto degli specifici paragrafi della convenzione dedicati alla gestione dei parcheggi a uso pubblico, mentre, sempre a fronte di nessuna risposta alle note e agli atti comunali, del mese di novembre sono le ordinanze dirigenziali con la quali, al fine di tutelare coattivamente il diritto reale di asservimento a uso pubblico dei parcheggi, il Comune di Lecco ordinava alle due società di consentire allo stesso l'accesso agli spazi.

Ed è a questo punto che una delle due società proprietarie, la Sapam Immobiliare, impugnava l'ordinanza presentando ricordo al TAR prima e al Consiglio di Stato poi, avendo il Tribunale Amministrativo Regionale in primo grado respinto sia il ricorso, sia la richiesta di sospensione collegata. Ma anche il secondo grado di giudizio è negativo rispetto alle pretese della società e anzi rimarca come la stessa sia inadempiente in maniera persistente rispetto a numerosi obblighi convenzionali assunti con l’Ente.

Brivio: «Tutti a criticare i parcheggi, nessuna parola sull'abusivismo a Falghera»

Del marzo 2018 sono l'atto ricognitorio propedeutico all'apertura dei parcheggi e l'atto dirigenziale con il quale il Comune di Lecco ha intimato alla Sepam Immobiliare, che ne aveva messo in discussione i diritti ricorrendo avverso l’ordinanza dirigenziale e ottenuto risposta negativa dai tribunali amministrativi competenti, la realizzazione dei lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, nonchè la messa in sicurezza tecnico-impiantistica, delle aree a parcheggio del comparto nord, gravate da uso pubblico, per consentirne una rapida apertura in sicurezza anche nell’ottica di una tutela dell'interesse pubblico collegato alla presenza di un buon numero di posti auto a pochi passi dal centro.

Stante l'ulteriore inottemperanza della società, sancita con nota dirigenziale dal 4 luglio scorso, giovedì 26 luglio la Giunta comunale di Lecco ha demandato al dirigente competente, Luca Gilardoni, l'avvio delle procedure amministrative atte ad affidare alla società Linee Lecco spa, per la quale nel frattempo erano stati attivati i procedimenti volti a garantirle il modello di governance previsto dalla normativa, l'esecuzione dei lavori non eseguiti e delle relative operazione di messa in sicurezza necessarie all'apertura e successiva gestione dei parcheggi.

A fronte della rendicontazione dei lavori che Linee Lecco dovrà effettuare, il Comune di Lecco procederà anche alla richiesta di risarcimento del danno nei confronti delle due società.

«Come promesso si va verso la riapertura del parcheggio di via Grassi, un grande successo per questa amministrazione comunale che è riuscita, nonostante la complessità della vicenda, ulteriormente aggravata dal ricorso della società Sapam Immobiliare, a sbloccare una situazione in stallo da oltre 20 anni - sottolinea con soddisfazione l'assessore al patrimonio del Comune di Lecco Corrado Valsecchi. Finalmente infatti i cittadini potranno beneficiare anche di questi ulteriori stalli a parcheggio siti a due passi dal centro cittadino e dalle stazione ferroviaria; l’apertura è prevista nel mese di ottobre. La politica dei parcheggi è stata condotta con grande determinazione: ricordiamo che anche il silos di Pescarenico, cosiddetto della Ventina, dal 1° luglio è tornato a essere un parcheggio gestito per conto del Comune di Lecco, per il quale presto verrano resi noti i nuovi orari di apertura e chiusura, nonché le disposizioni per gli abbonamenti. Siamo francamente soddisfatti di aver ottenuto un risultato di questa dimensione e importanza, che porterà benefici alla viabilità del centro, ai lecchesi, ai pendolari e ai turisti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento