Notizie

Pescate, recuperati dai fondali pneumatici abbandonati da vent'anni

Pulizia affidata al gruppo sommozzatori del Cpas: ispezionata tutta la parte di litorale antistante la sponda comunale. De Capitani: «Nessuna presenza di plastiche»

Gli pneumatici recuperati sui fondali del lago a Pescate

Dai fondali del lago riemergono pneumatici abbandonati da anni. Domenica mattina a Pescate il gruppo sommozzatori del Cpas, guidati dal presidente Fabio Visentin, ha ispezionato accuratamente tutta la parte di litorale antistante la sponda pescatese recuperando diversi pneumatici che stazionavano sul fondo del lago da oltre vent'anni.

Il paese con una telecamera ogni 34 abitanti. Il sindaco: «Un record»

«Non sono state trovate plastiche pesanti e altri materiali inquinanti e anzi gli addetti si sono meravigliati della pulizia dei fondali lacustri - spiega il sindaco di Pescate, Dante De Capitani - I sommozzatori hanno ispezionato filmando e fotografando tutte le particolarità ambientali al fine di procedere a una mappatura altimetrica di sicurezza dell'area, rilevando anche piantine di alghe molto piccole, lontane comunque dall'arrivare in superficie».

Presto le planimetrie dei fondali

I rilievi effettuati serviranno all'Amministrazione comunale per mettere a punto una serie di interventi ambientali, con la stesura di planimetrie aggiornate dei fondali lacustri che saranno poi esposte sul lungolago di Pescate.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescate, recuperati dai fondali pneumatici abbandonati da vent'anni

LeccoToday è in caricamento