Notizie Via Giovanni Amendola

Parcheggio della "Piccola": i lavori procedono, entro agosto la rotonda. Gli scavi restituiscono binari dell'Ottocento

Durante le operazioni di rimozione del dislivello presente tra via Amendola e l'area sono stati scoperti delle rotaie realizzate nel 1886. Consegna dei lavori prevista per la fine di novembre

Una fase dell'ultimo sopralluogo sostenuto da sindaco e azienda

Procedono senza particolari intoppi i lavori in corso all'interno dell'area dell'ex "Piccola Velocità" di Lecco. Iniziate nei mesi scorsi, le operazioni si allungheranno fino alla fine di novembre 2021, quando dovrebbe avvenire la consegna del cantiere: sorgeranno circa 230 posti auto, ma anche la viabilità della zona sarà profondamente ritoccata grazie alla realizzazione di una nuova rotonda dal diametro di trenta metri all'incrocio tra via Amendola e via Digione. Nei giorni scorsi l'amminisitratore Mauro Frigerio e il sindaco Mauro Gattinoni hanno svolto un sopralluogo: attualmente, come spiegato dallo stesso Frigerio, permane una criticità legata alla presenza di alcuni cavi elettrici scoperti durante gli scavi eseguiti nella zona dove fino a poco tempo fa sorgeva la rampa d'uscita; quella costruzione e il dislivello saranno rimossi, ma per proseguire con le operazioni sarà necessario l'intervento di Enel, chiamata a rescindere i cavi e a ricollegarli in modo diverso. 

Le buone notizie sono altre due: il carotaggio eseguito in quella zona non ha fatto emergere la presenza di sostanze inquinanti nel terreno, che sarà così smaltito agevolmente, e la preventivata chiusura, per tutto il mese di agosto, del tratto di via Amendola compreso tra il Caleotto e via Digione dovrebbe essere stata scongiurata. Entro la fine di quel mese, comunque, la rotonda dovrebbe vedere la luce, come richiesto dal Comune di Lecco all'azienda pubblica.

Presentazione_9aprile_LineeLecco_Pagina_29-2

Binari del 1886

Sempre i profondi scavi eseguiti all'interno dell'area hanno riportato alal luce dei binari della ferrovia che, stando a quando riportato sui manufatti, risalgono al 1886.

Tecnologia, pagamenti e viabilità

Come riferito da Frigerio e dal direttore Salvatore Cappello, l’ingresso del parcheggio sarà ancora nella zona attuale, mentre l'uscita sarà consentiva anche verso il Ponte Vecchio e Via Digione, che con il tempo dovrebbe diventare a doppio senso di circolazione. Si farà, più avanti, anche un'altra rotonda, commissionata dal Comune di Lecco, questa volta all'altezza dell'attuale "stop" presente all'altezza della farmacia posta tra la stessa via Digione, via Leonardo da Vinci e viale Dante.

Per quanto riguarda la tecnologia, sarà insallata la corsia per il pagamento con il Telepass e sarà integrato il sistema Nfc (contactless) già sperimentato in via Parini, ma «ne implementeremo di ulteriori», ha aggiunto Cappello. «Siamo tra le poche città d’Italia ad avere una gestione automatizzata di così tante aree, di recente ci sono stati fatti dei complimenti durante una riunione tenutasi a Venezia». Gli ha fatto eco Frigerio: «Abbiamo stimato un investimeno di 150mila euro con Skidata per la gestione del sistema di automatizzazione dei pagamenti».

Mauro Frigerio Salvatore Cappello Linee Lecco-2

Altro particolare è inerente l'istituzione di alcuni abbonamenti: «Le tariffe saranno decise con il Comune, ma abbiamo in mente di creare degli abbonamenti per andare incontro a pendolari e studenti del Politecnico. La nostra politica è quella dell'attenzione verso il cittadino». E l'obiettivo rimane quello di "scaricare" il centro nel periodo di maggiore afflusso: «Nelle nostre idee quel parcheggio, insieme a quello della Ventina, oggi sottoutilizzato, dovrà essere collegato al centro della città con una navetta gratuita durante il periodo delle Festività natalizie. Anche chi non troverà posto nelle zone centralissime potrà lasciare l’auto in questi stalli e raggiungere la zona nevralgica con l’autobus». Non un processo che si completerà in un amen: «Serve tempo per arrivare a un cambio di mentalità, oggi i dati sono poco significativi. Ma sono processi che abbiamo già visto in via Parini e al Broletto Nord, dov’è servito del tempo per riempire i parcheggi; stando ai dati, entrambi ora lavorano più di prima». Il costo totale dell'opera si aggira intorno al milione di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggio della "Piccola": i lavori procedono, entro agosto la rotonda. Gli scavi restituiscono binari dell'Ottocento

LeccoToday è in caricamento