menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pietro Ichino a Valmadrera: una lezione di diritto del lavoro

L'ex senatore incontra il pubblico e sottolinea il ritardo che permane in una parte della Sinistra italiana a confrontarsi con un mondo del lavoro completamente cambiato

Organizzato dal Circolo del Partito Democratico di Valmadrera-Civate e Malgrate, si è svolto lunedì sera 26 novembre presso il salone del Centro Culturale Fatebenefratelli un incontro con il professor Pietro Ichino, già senatore della Repubblica e uno dei maggiori esperti di problemi di diritto del lavoro.

All'inizio i saluti del portavoce del circolo, Alessandro Crimella, che ha ricordato come sia la terza volta di Ichino a Valmadrera per discutere di temi economici e politici, e del sindaco, Donatella Crippa, che ha sottolineato l'importanza del tema della serata di una riflessione a cinquant'anni dal '68 per capire eredità ed errori di questa esperienza.

Tbc a Valmadrera, «nessuna possibilità di infezione»

Antonio Rusconi, collega di Ichino al Senato, ha ricordato la sua competenza sul tema del lavoro e per un progetto politico veramente riformista e ha cominciato a illustrare il recente libro di Pietro Ichino, "La casa nella pineta. Storia di una famiglia borghese del Novecento", dall'incontro con don Lorenzo Milani, amico di famiglia, al desiderio di essere dalla parte degli ultimi, alle esperienze nel sindacato.

Nei suoi tre articolati interventi, anche per rispondere alle numerose domande poste dal pubblico, Ichino ha sottolineato il ritardo che permane in una parte della Sinistra italiana a confrontarsi con un mondo del lavoro completamente cambiato, la sicurezza che va ricercata per i giovani che non può essere scambiata con la difesa di istituzioni o strutture legate a periodi storici superati, la differenza reale che oggi esiste nel Paese tra chi crede nell'Europa, nel progresso, nel confronto con i Paesi che hanno un'economia fondamentale per il nostro mondo produttivo e chi, cercando il nemico di volta in volta per ogni situazione di difficoltà, pensa di uscire dall'Europa, scelta che, secondo Ichino, avrebbe conseguenze catastrofiche per l'economia italiana, soprattutto le fasce più deboli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento