rotate-mobile
Nuove analisi / Centro storico / Lungolario Cesare Battisti

Lago: migliora la qualità dell'acqua. Stop alle spiagge di Pescate e Malpensata

Nuova analisi di Ats della Brianza. A fine aprile erano ben otto le zone dove non si poteva fare il bagno

Migliora lo stato di salute del lago di Como, sponda Lecco. Rispetto alle ultime analisi, infatti, scendono da otto a due le zone non balneabili. Secondo quanto decretato da Ats Brianza, solo la Punta di Pescate e la zona della Malpensata, la seconda per motivi di sicurezza. In base agli esiti analitici dei campionamenti effettuati il 16 e 18 maggio, l'ente ha espresso i propri seguenti giudizi ai fini della balneazione:

COMUNE

LOCALITÀ

IDONEITÀ ALLA BALNEAZIONE

Abbadia Lariana

Campeggio

BALNEABILE

Abbadia Lariana

Lido Lariano

BALNEABILE

Bellano

Lido di Puncia

BALNEABILE

Bellano

Spiaggia di Oro

BALNEABILE

Colico

Inganna – LC 53

BALNEABILE

Colico

Lido di Colico

BALNEABILE

Colico

Laghetto Piona

BALNEABILE

Dervio

Campeggio Europa

BALNEABILE

Dorio

Riva del Cantone

BALNEABILE

Dorio

Rivetta

BALNEABILE

Lecco

Località Pradello

BALNEABILE

Lecco

Malpensata

TEMPORANEAMENTE VIETATA PER ALTRI MOTIVI

 (non accessibile per motivi di sicurezza)

Lecco

Canottieri

BALNEABILE

Lecco

Rivabella

BALNEABILE

Lierna

Riva Bianca

BALNEABILE

Mandello del Lario

Olcio – LC 18

BALNEABILE

Mandello del Lario

Camping Mandello

BALNEABILE

Mandello del Lario

Lido di Mandello

BALNEABILE

Mandello del Lario

Camping Nautilus

BALNEABILE

Oliveto Lario

Spiaggia di Onno

BALNEABILE

Oliveto Lario

Vassena

BALNEABILE

Oliveto Lario

Frazione Limonta

BALNEABILE

Perledo

Riva Gittana

BALNEABILE

Pescate

La Punta

NON BALNEABILE

Per quanto riguarda il lago di Annone Brianza, invece, la situazione è la seguente:

COMUNE

LOCALITÀ

IDONEITÀ ALLA BALNEAZIONE

Annone di Brianza

Loc. Ona

BALNEABILE

Bosisio Parini

Darsena Brera

BALNEABILE

Oggiono

Sabina

BALNEABILE

Rogeno

Punta del Corno

BALNEABILE

Inoltre, data l’estrema variabilità del fenomeno della fioritura algale (cianobatteri) in relazione alle condizioni climatiche ed atmosferiche, Ats Brianza ha ribadito che “in presenza di acque torbide, schiume o mucillaggini, o con colorazioni anomale è sconsigliato immergersi”.

È comunque buona norma, a tutela della salute, adottare i seguenti comportamenti:

  • evitare di ingerire acqua durante il contatto con acque di balneazione;
  • fare la doccia appena usciti dall’acqua provvedendo ad asciugare completamente tutto il corpo, con particolare riguardo alla testa;
  • sostituire il costume dopo il bagno.

“Si sottolinea che il contatto con acque contaminate da cianobatteri potrebbe provocare diversi effetti tra i quali: irritazione delle vie respiratorie e degli occhi (come riniti, asma, congiuntiviti, tosse) e/o disturbi gastrointestinali”, precisa ulteriormente l'ente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago: migliora la qualità dell'acqua. Stop alle spiagge di Pescate e Malpensata

LeccoToday è in caricamento