rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Stagione 2022/2023 / Santo Stefano / Piazzale dei Cappuccini

Il Cenacolo riparte con i classici e onora i grandi della musica italiana

Presentata la stagione 2022/2023, che vedrà il ritorno della consolidata e apprezzata programmazione, ma avrà anche qualche consueto elemento di novità

Il Cenacolo Francescano torna a vivere una stagione normale. Dopo lo stop prolungato per il Covid-19 e le limitazioni che hanno condizionato parte della stagione 2021/2022, l'associazione del rione di Santo Stefano ha messo a punto il proprio programma, ancora suscettibile di modifiche visto che inizierà in pieno autunno e terminerà in primavera, riproponendo dei grandi classici ma anche proponendo degli elementi di novità, come da tradizione.

“Veniamo da una stagione abbastanza difficile a causa della pandemia, anche lo scorso anno siamo ripartiti con una certa fatica per le norme da rispettare tra capienza ridotta (195 posti) e via dicendo - ha confermato Mario Bonacina, presidente dell'associazione Il Cenacolo Francescano -. Ripartiamo con la speranza di avere un pubblico maggiore, credo che la fascia più anziana sia stata spaventata dagli effetti della malattia”. Mercoledì 19 ottobre inizierà la 31^ edizione di "Ciak Cenacolo", quello che è generalmente noto come il cineforum: “Siamo i più longevi della città. Le proiezioni saranno alle 15, dedicata a un’utenza più anziana, e alle 21: la rassegna passa da 20 a 24 film, partirà tra poco con la pellicola dedicata ad Elvis Presley e terminerà nel Giorno della Memoria (25 gennaio) con la proiezione di un film dedicato ("La verità negata"); la seconda parte prenderà il via immediatamente dopo. Da alcuni anni proponiamo l’abbonamento con 12 ingressi, chi è possessore può portare un’altra persona a vedere lo spettacolo usando complessivamente due ingressi. Ovviamente qualche film sarà proiettato anche in altre sale della città, ma tanti saranno visibili solo da noi”. La pausa delle proiezioni si terrà tra il 14 dicembre, giorno di "Luana - Il villaggio alla fine del mondo", e l'11 gennaio, quando andrà in scena "Tra due mondi".

Cenacolo in tasca: il calendario 2022 in sintesi

Il teatro per grandi e piccoli

La rassegna domenicale "Piccoli e grandi insieme" dedicata alle famiglie, "nonni compresi", è una “rassegna storica che lo scorso anno si è arricchita di due novità, ovvero i quattro spettacoli musicali finanziati dalla Regione e altrettanti film di animazione che esulano dal contesto classico, come quelli di Hayao Miyazaki. Si partirà domenica 30 ottobre, in occasione di Halloween, con un concerto della Banda Sociale Meratese, poi andranno in scena quattro spettacoli teatrali con Compagnia Teatrale di Merate (13 novembre), Musicanti di Brema (20 novembre), film Grufalò (22 gennaio), lo spettacolo teatrale “Manuale di volo” a febbraio, poi seguirà quello della nostra Compagnia (26 febbraio) e il 12 marzo con un altro concerto della Banda Meratese, una sorta di lezione musicale con la presentazione dei vari strumenti. Il 26 marzo si chiuderà con il concerto di due giovani ragazze “Pizz'N'Click e le note del tempo” che vedrà l’interazione del pubblico”. In totale sono otto gli spettacoli proposti.

mario bonacina presentazione cenacolo 12 ottobre 20221-2

Ancora in definizione il prezzo dell’abbonamento per assistere agli spettacoli teatrali: “L’aumento dei costi per le famiglie c’impone una riflessione, l’anno scorso abbiamo consumato 100 metri cubi di gas in un solo giorno per riscaldare la sala. I prezzi dei biglietti per l’ingresso singolo rimarranno i medesimi. Abbiamo partecipato a dei bandi della Regione e della Fondazione comunitaria del Lecchese per ottenere dei fondi e stiamo aspettando delle risposte, certamente l’aiuto di più sponsor sarebbe fondamentale: ci stiamo tentando, con un po’ di fatica”.

Il tributo a Lucio Dalla, Fabrizio de Andrè e Pooh

Le novità ci sono: “La prima è rappresentata dai concerti di tributo ai grandi artisti italiani del calibro di Lucio Dalla, Fabrizio de Andrè, Pooh e i biglietti sono già in vendita online; la seconda è rappresentata dagli eventi speciali: domenica 23 ottobre si terrà l’evento benefico “Un velo in musica” (10 euro) propostoci dalla nostra ex attrice Veronica Redaelli, tenuto da medici, paramedici e infermieri dell'Istituto Neurologico "Carlo Besta" di Milano che da alcuni anni portano in scena degli spettacoli simili a dei musical per raccogliere fondi e realizzare una saletta per i giochi dedicata ai bambini, mentre domenica 4 dicembre andrà in scena "An Irish Christmas Tale", un racconto di Natale con musiche e danze irlandesi che vedrà la presenza di un’accademia di 12 ballerini (20 euro). Entrambi sono dedicati alle famiglie, di conseguenza sarà proposto un buono per avere uno sconto sull’acquisto dei biglietti”. “Lucio Dalla ha scritto una rivisitazione della “Tosca” rappresentata anni fa all’Arena di Verona”, ha precisato Riccardo Arrigoni, vicepresidente dell’associazione, a margine della presentazione.

riccardo arrigoni presentazione cenacolo 12 ottobre 20220-2

Guardando a inizio 2023, “tornerà "Lecco Lirica", fortunata esperienza durata undici stagioni consecutive prima del sopraggiungere di alcuni problemi economici. Durante la stagione 2019/2020 siamo riusciti a proporre due opere e un’operetta, poi sono sopraggiunte le chiusure: il 28 gennaio (ore 21) proporremo finalmente "Turandot", già in programma a marzo 2020, che sarà diretto dal maestro Lorenzo Passerini che sta avendo notevole successo anche in Australia, l’11 febbraio (21.00) sarà nuovamente qui per "La Cenerentola" di Rossini, infine l'11 marzo (15.30) ci sarà l’operetta "Il paese dei campanelli", di cui cade il centenario della prima messa in scena”.

L’ultima rassegna è la 27^ di “Una città sul palcoscenico” messa in scena dalle Compagnie del capoluogo e poco oltre: “Si riparte il 14 gennaio, con cadenza quindicinale, due spettacoli tra il sabato (21.00) e la replica della domenica (15.30). Sono otto Compagnie lecchesi, tra Lecco, Civate e Malgrate, alla nostra è affidato lo spettacolo di chiusura”.

“Questo è l’unico teatro che ha una capienza importante e ha tutte le attrezzature scenica a disposizione per poter realizzare gli spettacoli”, ha ricordato il vicepresidente Arrigoni. “Personalmente esprimo il mio ringraziamento all’Icam che contribuisce con i propri prodotti alla realizzazione della rassegna "Piccoli e grandi insieme", con la distribuzione di cioccolatini e caramelle dopo gli spettacoli”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cenacolo riparte con i classici e onora i grandi della musica italiana

LeccoToday è in caricamento