Lunedì, 14 Giugno 2021
Notizie Piazza Stazione

Treni: «con il cambio di orario puntualità salita oltre l'82%»

Lo ha dichiarato l'ad di Trenord Marco Piuri: «Soppressioni ridotte di due terzi». Secondo i dati forniti, la S8 Milano-Carnate-Lecco ha visto salire l'indice di puntualità dal 63 al 77%

«In tre mesi le soppressioni dei treni sono ridotte di oltre due terzi, e la puntualità salita oltre l'82%». Lo ha dichiarato l'ad di Trenord, Marco Piuri, durante i lavori della V Commissione del Consiglio Regionale "Territorio e Infrastrutture".

Il manager ha voluto fornire un riscontro relativo all'entrata in vigore dell'orario invernale. «Anche nei primi tre mesi dell'anno - ha spiegato - il nuovo orario ha dato i risultati attesi, continuando a restituire al sistema ferroviario affidabilità e regolarità: la puntualità è attestata abbondantemente sopra l'82%; le soppressioni si sono ridotte di oltre due terzi, dal 5% all'1,7% attuali. Ora lavoriamo per dare ulteriore stabilità a un servizio che ogni giorno muove oltre 800mila passeggeri».

Puntualità, miglioramento del 7%

Particolarmente significativo è il miglioramento relativo alla puntualità, aumentata del 7% al dato antecedente al cambio orario. «Le soppressioni giornaliere sono meno di 40, quando prima erano 120, e in particolare su alcune linee» ha aggiunto Puri. La S8 Milano-Carnate-Lecco ha visto salire l'indice di puntualità dal 63 al 77%. «La ferrovia è un sistema fortemente interconnesso - ha ricordato l'Ad di Trenord - e il miglioramento delle performance di una linea ha ricadute positive sull'intero sistema».

«Ora dobbiamo sfruttare la massima efficienza degli equipaggi e la maggiore disponibilità di mezzi per dare stabilità al sistema. I convogli che abbiamo ricevuto da Trenitalia ci hanno permesso di avere treni di riserva in snodi strategici e di adeguare la flotta su linee in precedenza penalizzate dalla vetustà dei convogli: sulla S8 da febbraio circolano convogli a 7 carrozze con oltre 970 posti a sedere; sulla Milano-Mortara da aprile il 50% delle corse sarà effettuato da treni Vivalto a 6 carrozze, al posto delle "piano ribassato" che hanno più di 40 anni».

Controlli nelle stazioni: quattro arresti in una settimana

La situazione dovrebbe guadagnare ulteriore respiro grazie ai 35 convogli di Trenitalia che giungeranno da giugno 2019 e ai 161 nuovi treni acquistati da Fnm e Regione Lombardia in arrivo dalla seconda metà del 2020. Le performance di circolazione trarranno beneficio anche dai lavori all'infrastruttura programmati dai gestori Rfi e Ferrovie Nord. Piuri ha commentato: «Sono interventi necessari per un sistema che oggi in diversi punti sfiora la saturazione; sul lungo periodo porteranno notevole beneficio. La via è quella giusta - ha commentato Piuri - ma la strada è ancora lunga. Ci aspettano nuove sfide: penso, in particolare, al potenziamento del servizio ferroviario che dovremo mettere in atto sull’aeroporto di Malpensa, in vista della chiusura per tre mesi dello scalo di Linate».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treni: «con il cambio di orario puntualità salita oltre l'82%»

LeccoToday è in caricamento