menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zamperini contro Renzo e Lucio, il presidente Pirovano: "Soldi dal Comune dati per progetto sociale"

Il presidente dell'associazione Lgbt precisa: "Contributo per un progetto realizzato anche con soldi nostri, non è stato finanziamento"

Prosegue la querelle tra Giacomo Zamperini, Consigliere comunale di Fratelli d'Italia e sostenitore di Alberto Negrini al ballottaggio per la città di Lecco, e Mauro Pirovano, presidente dell'associazione Lgbt Renzo e Lucio. Oggetto del contendere, i presunti finanziamenti ricevuti dall'associazione dal Comune.

Finanziamenti che, secondo il Consigliere uscente, ci sono stati eccome, provati a una delibera della Giunta datata novembre 2011, che autorizzava un contributo comunale a un progetto organizzato da Renzo e Lucio con l'istituto Bertacchi.

Non la vede così Pirovano, che ancora una volta replica a Zamperini dalla pagina Facebook dell'associazione:, con un lungo post che riportiamo integralmente.

«Subendo questa tediosa polemica con il consigliere Zamperini mi trovo costretto a precisare. Il contributo a cui fa riferimento Zamperini riguarda l’iniziativa “Alza la voce sulla prevenzione”, un iniziativa "promossa" da Renzo e Lucio in collaborazione col Comune e con l’Ospedale Manzoni.

Tale iniziativa riguardava la prevenzione e la lotta contro HIV, che nessun altro a Lecco faceva da tempo, e che Renzo e Lucio ha promosso dopo aver constatato che i casi di infezione sul nostro territorio, riguardante la giovane popolazione eterosessuale, erano in preoccupante aumento.

In quella iniziativa erano presenti in piazza medici,e psicologi dell’Anlaids e dell’ospedale che hanno avuto la possibilità di parlare direttamente con più di 300 ragazzi e spiegare loro il rischio del contagio.
Zamperini, pur essendo consigliere comunale, ignora che l’amministrazione comunale può contribuire, a detta del Regolamento per la concessione di sovvenzioni, contributi e sussidi, solo al 75% delle spese di qualsiasi iniziativa che sostiene. Il resto lo mette chi organizza e noi non abbiamo preso un euro, anzi abbiamo finanziato di tasca nostra la parte restante del progetto.

Chiarito questo, credo di non dover alcuna scusa. Vorremmo evitare di perdere ulteriore tempo a rispondere alle sue provocazioni.

Lo abbiamo fatto un’ultima volta per amore di verità e per dovere di cronaca. Poi non sprecheremo più preziose energie per rispondere a chi pensa a tornaconti elettorali, mentre c'è ancora tanto da fare per combattere le disuguaglianze e aiutare chi è vittima di discriminazioni e bullismo. Noi vorremmo dedicare il nostro tempo a questo.

Mauro Pirovano per ass. Renzo e Lucio Lecco»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazione anti-covid, da giovedì possono prenotarsi 22mila lecchesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento