Finanziamenti a Renzo e Lucio, Zamperini: "Ecco le prove, ora chiedano scusa"

Il Consigliere di Fratelli d'Italia risponde al presidente dell'associazione Lgbt, Mauro Pirovano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Gentile direttore,
faccio seguito
alla lettera del presidente dell'associazione "Renzo e Lucio", Mauro Pirovano, nella quale vengo accusato di aver "alzato il gomito" e di aver detto delle falsità perchè "Renzo e Lucio non è mai stato finanziato da nessun ente e da nessun comune. Non è un vanto ma la realtà.".

Molti di voi hanno per questo motivo titolato "Bugia, Menzogna, etc. contro Renzo e Lucio". Ora, senza entrare nel merito della contesa (anche se non mi risulta essere fra i compiti del presidente Mauro Pirovano, quello di dare indicazioni di voto per Brivio ai propri associati, molti dei quali conosco e stimo), mi risulta difficile non ritenere diffamante e calunniosa la risposta di Pirovano. Infatti, vi allego la delibera di Giunta Comunale n. 217 del 08-11-2012 nella quale è palesemente scritto come siano stati dati mille euro di contributo alla suddetta associazione (direttamente e senza passare da intermediari) per l'iniziativa "Alza la voce sulla prevenzione", in seguito ad una richiesta del 29 ottobre 2012 dell'associazione stessa, anche allora presieduta da Mauro Pirovano.

Sarebbe facile fare dell'ironia sulla mancanza di lucidità di chi non si ricorda neppure di aver ottenuto da un ente pubblico un contributo da lui stesso richiesto... Mi verrebbe da chiedere al presidente di "Renzo e Lucio", tanto per rimanere sullo stesso livello del Pirovano, "ma che te sei fumato?". Adesso, molto sommessamente e nel rispetto più profondo di chi non la pensa come noi su certi temi, siccome ho detto la verità, mi aspetto delle scuse.

Qui la delibera della Giunta comunale

Allegati

Torna su
LeccoToday è in caricamento