menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basket, NPOlginate ko contro Gazzada

Bianconeri sconfitti in trasferta

In una partita a dir poco maschia ci vogliono 50’ per decretare il vincitore. Gazzada si aggiudica una vittoria dopo averla gia’ persa al termine del primo supplementare in quanto il canestro del pareggio esce dalle mani di Marino’ quando la sirena era gia’ in azione (gli arbitri non se la sentono di non convalidarlo nella bolgia di Gazzada), sull’inerzia di aver agguantato il pareggio nel secondo supplementare si aggiudicano l’incontro che per i varesini valeva il campionato (ndr intervista prepartita del GM Vasini).

L’incontro si e’ sviluppato su un totale equilibrio con leggero predominio statistico di NPO che dopo aver condotto per 27’ l’incontro ha avuto il merito di effettuare due allunghi e di avere avuto in mano la vittoria se non fosse stata inficiata dall’irregolarita’ sopra descritta. Comunque merito a Gazzada che e’ una squadra tosta, completa in ogni reparto, ben allenata confermando che i pronostici di inizio campionato non erano errati e sara’ da qui al termine della stagione una delle protagoniste.

La cronaca: Nel primo quarto conclusosi sul 12-17 e’ caratterizzato da un buon gioco corale di Olginate mentre Gazzada riesce a sopravvivere solo grazie all’esperienza ed energia di un Moraghi capace di segnare ben 9 punti dei 12 dei suoi di cui un centro da 3 allo scadere dei 24”.

Nella seconda frazione si rivede finalmente in campo Ivan Riva e segna subito il +7, canestro che rimarra’ l’unico per ben 5’ minuti e Gazzada ne approfitta per mettere la testa avanti al 16’ sul 25-23. Vantaggio che dura pochi secondi in quanto ci pensa subito Milan da 3 a riportare avanti NPO che non mollera’ lo scettro nonostante un aggressivo e velocissimo Lepri autore di 7 punti nel quarto e al riposo lungo si arriva sul 27-30.

Negli spogliatoi Coach Zambelli striglia i suoi ragazzi e probabilmente chiede di inserire le marce alte in difesa in quanto ha ben compreso prima di altri che la coppia arbitrale e’ molto consenziente e difficilmente punira’ certe marcature. Ne paga le conseguenze una allibita NPO GORDON che perde la via del canestro con un Meregalli e Milan continuamente marcati al limite del consentito. Ma nonostante questa strategia al 27’ si e’ sul 32 pari e in 7’ un misero parziale di 5-2.

Come spesso capita in queste situazioni si gasa Diego Tavola e da solo confeziona due bombe per un 6-0 pesantissimo che vengono seguite da un 3/3 dalla lunetta per fallo insesistente proprio su Zambelli ed e’ il massimo vantaggio NPO 33-41 a 1’44” dal termine della terza frazione. Proprio questo fallo, ripeto insesistente, a favore di NPO ha sospinto gli arbitri alla famosa legge di compensazione ed in 3” i grigi fischiano antisportivo proprio a Zambelli e la coppia Lepri – Clerici ottimizzano il regalo con un pesantissimo 5-0 ricucendo lo strappo e la sirena dice 40-43.

La partita gira e per la prima volta Gazzada passa in vantaggio con due possessi grazie alla coppia Lepri – Moraghi ed al 5’ siamo sul 50-45. Ma da questo momento la partita diventa un thriller, Gazzada non segnera’ piu’ e Olginate lentamente si riporta sotto pareggiando con Bassani al 39’ e dopo l’errore di Passerini NPO ha 6” per l’ultimo attacco che si ferma sul ferro dopo un ottimo tiro dall’arco. Occasione sfumata e via ai supplementari.

Nel primo Over Time i canestri arrivano col contagocce ma NPO conduce sempre e al canestro di Bassani si arriva sul +4 52-56 con 53” da giocare. Sembra fatta.

Lepri accorcia sul -2, palla ai lecchesi con 36” al termine, l’ultimo tiro di Meregalli non va e Coach Zambelli chiama tiomeout. Si torna in campo con 12” palla a Marino’ che si butta in area ben controllato deve uscire nell’angolo, e’ chiuso, pasticcia, sta’ per perdere la palla ma con un guizzo la riconquista si gira verso canestro la sirena sibila e solo in questo momento scaglia il tiro che si insacca. L’arbitro non ha esitazioni e convalida. Grande beffa per NPO.

Tutto da rifare, le energie sono allo stremo per i due quintetti ma Gazzada trova in Marino’ (caricato dal suo guizzo) l’esperienza per orchestrare meglio i possessi in attacco. Al 48’ Moraghi trova un 2/2 dalla lunetta per il 61-56 ma come ben sappiamo Olginate non muore mai e dalla lunetta al 49’ si e’ sul 61-59.

Gazzada gioca al limite dei 24” e quando Lepri cadendo all’indietro segna di tabella per il +4 si comprende che questa sera la fortuna ha voltato le spalle a NPO GORDON. La tripla di Meregalli del -2 lascia acceso un lumicino che viene immediatamente spento dalla coppia arbitrale che impiega ben 9” per fischiare il fallo tattico ad NPO dopo che ne avesse gia’ compiuti due evidentissimi. Marino’ non sbaglia dalla lunetta e porta a casa una vittoria importantissima per rimanere agganciati al treno playoff.

Al termine NPO non puo’ che rammaricarsi per non aver portato in porto la vittoria e soprattutto per essersi fatta condizionare pesantemente dall’aggressivita’ degli avversari tanto da avere percentuali al di sotto del proprio standard e con 22 palle perse e un misero 63% dalla lunetta.

In classifica NPO ritorna al terzo posto con ottimo margine sulle quarte che hanno perso tutte. Sabato prossimo si torna al PalaRavasio alle ore 21,00

Tabellini:

7 LAGHI GAZZADA - NPO GORDON OLGINATE: 67 – 63 (12-17; 27-30; 50-50; 56-56)?

7 LAGHI GAZZADA: Passerini 6, Lepri 15, Chiapparo ne, Spertini 2, Somaschini, Marino’ 6, Cappellari 6, Clerici 8, Testa 1, Fedrigo 2, Moraghi 21, Bologna ne, All. Alberto Zambelli

NPO GORDON OLGINATE: Zambelli 7, Valsecchi ne, Meregalli 9, Tavola 12, Casati Luca (Cap) 4, Bassani 14, Beretta 4, Milan 8, Riva 5, Colombo ne, All. Tritto Antonio

Arbitri: Sigg. Roberto Rusconi, Paolo Zoni

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento