Domenica, 14 Luglio 2024
Calcio Castello / Via Don Giuseppe Pozzi, 6

Il Perugia attacca il Lecco e la Lega aspetta, ma i documenti sono a posto

Gli umbri hanno diffuso un breve e duro comunicato contro blucelesti e Reggina (“Non hanno i titoli per iscriversi”), ma la realtà dice altro

Tanto tuonò che... In attesa di scrivere il finale, la situazione intorno alla Calcio Lecco 1912 si decisamente fa più serena. Venerdì sera il Perugia ha agitato le acque intorno al Lecco e alla Reggina diramando un comunicato stampa. “La società scrivente, a seguito di quanto si sta verificando circa i possibili partecipanti al prossimo campionato di Serie B 2023/2024, ricorda che esistono degli organi preposti al controllo e termini perentori per quanto riguarda le iscrizioni – si legge nella nota -. Per tali motivi non accetterà nessuna sorpresa su questo aspetto. Ci sono i regolamenti e, visto che questo club li ha sempre rispettati, siamo convinti che saremo tutelati dalla FIGC e dalla Lega B per essere riammessi perché a nostro avviso Reggina e Lecco non hanno titolo all’iscrizione”. Gli umbri hanno così cercato di forzare la mano dopo l’ultima schiarita arrivata sopra il cielo lecchese, mentre il Brescia ha fatto ricorso al Collegio di Garanzia del Coni tenendo nel mirino più che altro la Reggina.

La Gazzetta cambia idea sul Lecco

Intanto La Gazzetta dello Sport ha cambiato radicalmente la propria posizione sul tema bluceleste. "Lecco, tutto dice B" titola la rosea nella pagina dedicata alla Serie B, dedicandone addirittura due: nel lungo articolo firmato da Elisabetta Esposito sono elencati i motivi che fanno pendere la bilancia verso di noi, quelli che vi abbiamo raccontato venerdì. La doppia proroga richiesta alle Leghe il 16 – quindi prima della finale di ritorno con il Foggia – e il 20 giugno può fare tutta la differenza del mondo in sede di esame ed eventuale ricorso a Figc e Collegio di Garanzia del Coni, senza dimenticarsi la possibilità di arrivare fino al Tar del Lazio.

Ora le date cardine sono due: 30 giugno, quando la Covisoc si esprimerà sui conti delle società, e 7 luglio, quando toccherà al Consiglio federale dare il proprio verdetto; poi, spazio aperto per eventuali ricorsi. Intanto, sempre venerdì, il sindaco Mauro Gattinoni si è confrontato a lungo con il presidente federale Gabriele Gravina, direttamente interessato alla questione al pari di Mauro Balata, a capo della Lega di Serie B.

La Lega si limita: nasce il calendario asimmetrico

La grande novità della Serie B 2023/2024 sarà il calendario asimmetrico. È la notizia più importante uscita dall’assemblea della Lega di Serie B andata in scena venerdì alle 18. Come preventivato, nessuna indicazione sulle domande d’iscrizioni presentate a inizio settimana. Il Lecco e le altre dovranno aspettare ancora qualche giorno prima di avere un responso.

Calendario Serie BKT 2023/24 – Il calendario che sarà presentato a Como, presso lo splendido scenario di villa Olmo il prossimo 11 luglio, porterà con sé un’importante novità. E’ stato infatti approvato dall’Assemblea, per la prima volta, il calendario asimmetrico, con le gare del girone di ritorno che non saranno speculari a quelle di andata. L’Assemblea ha inoltre stabilito che non si giocherà durante le soste nazionali e ha confermato il boxing day del 26 dicembre, soprattutto dopo il grande successo di questa stagione che ha registrato il record di audience e il quarto posto nella classifica delle giornate con più spettatori.

La sosta invernale è prevista dal 27 dicembre al 12 gennaio, con la prima giornata di ritorno stabilita il 13 gennaio, decisi inoltre i turni infrasettimanali: martedì 29 agosto, martedì 26 settembre, martedì 26 dicembre, martedì 27 febbraio e mercoledì primo maggio oltre a Pasquetta lunedì primo aprile 2024. Già deliberato l’inizio campionato nella scorsa Assemblea con il via sabato 19 agosto e conclusione venerdì 10 maggio 2024.

Relativamente ai diritti audiovisivi Betting Streaming e Betting Data per il quinquennio 2024/2025 – 2028/2029 l’Assemblea è stata aggiornata sui supplementi di documentazione arrivati alla Lega B da parte dei due soggetti interessati al pacchetto. Ora le proposte saranno valutate e riportate all’attenzione della società per l’approvazione finale.

L’Assemblea ha ribadito all’unanimità la necessità di tutelare il format a 20 squadre, ricordando come la Lega B sia stata in questa stagione protagonista di iniziative che hanno portato a nuovi, più restringenti, regolamenti presso la Federazione in sede di iscrizione all’insegna della tutela del principio dell’equa competizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Perugia attacca il Lecco e la Lega aspetta, ma i documenti sono a posto
LeccoToday è in caricamento