menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Canottaggio, Panizza quarto ai Mondiali Juniores: "Con lui la Guzzi è tornata a volare"

Il 17enne protagonista a Rio de Janeiro è tornato a Mandello, celebrato dal presidente della Canottieri lariana.

Ha sfiorato la medaglia mondiale, ma è stato comunque bravo a riportare sulla cresta dell'onda il mitico nome della Canottieri Moto Guzzi. Su Andrea Panizza, giovane mandellese classe 1998, scommettevano in tanti già da anni, da quando si era avvicinato alla disciplina del remo. A Rio de Janeiro, ai Mondiali Juniores, Panizza ha trovato la consacrazione: a bordo dell'Otto maschile, è giunto quarto in finale A, al termine di una gara eccitante che ha tenuto tutti col fiato sospeso.

L'imbarcazione azzurra è rimasta in lizza per una medaglia fino a tre quarti di gara, battagliando alla pari con le nazioni più forti. Entusiasmante il rush finale, con l'Olanda involatasi per l'oro e un arrivo quasi in contemporanea di Usa, Gran Bretagna e Italia; soltanto il fotofinish ha chiarito l'ordine di arrivo, con l'otto azzurro fuori dal podio per un'inezia, 39 centesimi, e a soli 70 dall'argento. Davvero una beffa per Panizza e compagni, ma il risultato non toglie nulla alla prestazione internazionale di assoluto livello.

«Siamo molto orgogliosi di Andrea - ha commentato Livio Micheli, presidente della Canottieri Moto Guzzi - È tornato lunedì sera, in tempo per godersi lo show pirotecnico al lago. In Brasile è stato sfortunato e mi ha confidato di avere patito parecchio il vento trasversale sul campo di regata. Il quarto posto è comunque ottimo, ci permette di tornare a questi livelli mondiali dopo quattro anni. Il dopo Pinca-Nicoletti-Marcelli è rappresentato da Panizza: potenzialmente ha davanti a sé una grande carriera, dipenderà solo da lui. Noi lo supporteremo con ogni mezzo e con fiducia. Così come confido in un paio di ragazzi, ancora più giovani, che entreranno nella categoria Juniores nel 2016».

Questa la composizione dell'otto italiano a Rio: Mirko Cardella-SC Telimar; Lapo Londi-Sc Limite; Andrea Panizza-Canottieri Moto Guzzi; Giorgio Casaccia Gibelli-Sc Elpis; Leonardo Calabrese-RCC Tevere Remo; Antonio Cascone-CN Stabia; Giovanni Balboni-Cus Ferrara; Ivan Capuano-Rycc Savoia; Niccolò Mancusi Lotti-timoniere-Sc Firenze.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento