menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Diakitè (campaniaingol.it)

Diakitè (campaniaingol.it)

Coppa Italia, Diakitè-gol: la Casertana passa nei supplementari

Blucelesti a lungo in inferiorità per l'espulsione di Vignali, ma la differenza di categoria non si è vista sul campo

E' solo il 2 agosto, ma la Calcio Lecco si regala subito una partita dalle forte emozioni per aprire la stagione. La sconfitta patita quest'oggi sul campo della Casertana non deve distogliere l'attenzione da una prestazione convincente al "Pinto", a lungo spaventato dall'intraprendenza e dalla qualità dei blucelesti.
Il palo di França nel primo tempo avrebbe potuto cambiare la storia del match, ma negli occhi rimane la stoica difesa tenuta dopo l'espulsione patita da Vignali a metà della ripresa.

IL MATCH - MIster Zanetti opta per un inedito 4-2-3-1, in cui Ronchi prende il posto dell'infortunato Di Gioia, mentre la Casertana rinuncia al partente Mancosu. Nelle prime fasi della partita sono i padroni di casa a tenere maggiormente il pallone, con i blucelesti intenti a difendersi con ordine: la prima occasione è comunque dei rossoblù e arriva al 7', con Mangiacasale che scarica un velleitario diagonale che si perde sul fondo. Dall'altra parte del campo è De Angeli (13') ad avere la palla buona sulla testa durante un'azione da calcio d'angolo, ma l'impatto non è perfetto e la palla si perde alta.
La palla buona è sul piede di França, che al 25' sfrutta un erroraccio di Bruno e un cross di Cardinio per concludere a rete in acrobazia, ma il pallone si stampa sul palo. Al 29' è Lazzarini a rendersi protagonista con una grande deviazione su Ciotola, liberatosi dalla marcatura di Redaelli con un fortunoso rimpallo. Poco dopo (33') Diakitè ci prova in spaccata, ma la sua conclusione si perde a lato. Il Lecco si rivede nel finale di tempo con la conclusione di França da fuori area bloccata dall'attento Gragnaniello.

La ripresa si apre con l'ingresso in campo di Romano al posto di Ronchi, con lo schieramento tattico che rimane immutato. Dopo solo due minuti è Diakitè ad andare vicino alla rete con un bel colpo di testa da centro area che si perde di pochissimo a lato. I rossoblù spingono forte ed è Ciotola a sparare alto da buona posizione su imbeccata di Mangiacasale (8'). Il Lecco comunque reagisce, riparte e va alla conclusione dal limite con França sul ribaltamento di fronte, ma il portiere blocca a terra. Decisamente più pericolosa la conclusione di Bugno al 16', che chiama alla grande parata Gragnaniello; sul conseguente calcio d'angolo impatta male De Angeli. A complicare i piani di Zanetti è invece l'ingenua espulsione di Vignali, che nel giro di cinque minuti rimedia due cartellini gialli ed è costretto a lasciare anticipatamente il campo. La Casertana spinge forte ed è Tito al 26' ad sfiorare il bersaglio grosso con una bella punizione da 20 metri. Il Lecco non rinuncia ad attacare ed è Bugno a spaventare i padroni di casa con una percussione delle sue al 35': dopo aver saltato due avversari ed essere entrato in area il capitano cade a terra, ma l'arbitro lascia correre. Il risultato non si sblocca e le squadre vanno ai tempi supplementari.

EXTRATIME - Romaniello inserisce l'ex Pontisola Canalini al posto di De Marco per tenare di scardinare la stoica difesa bluceleste, ma l'attaccante non è preciso sottoporta e cestina una buona occasione dopo 5'. Coraggioso Zanetti che dopo il pericolo corso inserisce Rigamonti per lo sfiancato Crotti. Pericolosissimi i padroni di casa al 12', quando De Angelis irrompe in area e colpisce in pieno il palo con un colpo di testa a Lazzarini battuto.
Nel secondo minitempo la Casertana trova il vantaggio con Diakitè al 4': Tito se ne va sulla sinistra e mette dentro per l'attaccante di casa, che non ha difficoltà a mettere dentro il pallone. Il Lecco non molla e va vicino al pareggio al 10' grazie a una punizione di Baldo deviata di poco fuori dal solito De Angeli. E' poi Canalini ad avere due clamorose occasioni per chiudere la partita, ma l'imprecisione e un salvataggio di Pergreffi gli negano la gioia del gol.

La partita si chiude qui: un grande applauso va fatto ai blucelesti per aver tenuto benissimo il campo contro una formazione di categoria superiore, ma rimane la delusione per aver visto sfuggire il sogno Avellino quando iniziava a diventare decisamente raggiungibile. A tributare il giusto riconoscimento ai giocatori del Lecco ci hanno pensato i loro tifosi e quelli della tribuna locale.

Casertana (4-3-3): Gragnaniello; Bruno, Tito, Idda, D’Alterio; Capodaglio, De Marco (Canalini dal 1' pts), Chiavazzo; Mangiacasale, Diakitè (Murolo dal 5' sts), Ciotola (De Angelis dal 15' st). A disposizione: Maiellaro, Murolo, Rajcic, Gala, Varsi, De Angelis, Kuseta, De Filippo, Ginestra, Canalini. All. Romaniello.

Lecco (4-2-3-1): Lazzarini; Redaelli, Bugno (c), De Angeli, Pergreffi; Vignali, Baldo (vc); Ronchi (Romano dal 1' st), Crotti, Cardinio (Meyergue dal 25' st); França. A disposizione: Pellegrinelli, Rigoni, Colombo, Romano, Meyergue, Rigamonti. All. Zanetti

Arbitro: D'Apice di Arezzo (Pancioni e Scatragli di Arezzo).

Marcatori: Diakitè (C) al 4' sts.

Note: giornata calda e afosa; spettatori 1500 circa, di cui 30 da Lecco; ammoniti Redaelli, Vignali, Meyergue, Baldo (L) e Chiavazzo, Bruno (C); espulso Vignali (L) al 24' st per doppia ammonizione; recuperi 3' nel pt; 3' nel st; 1' nel pts; 0' nel sts.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento