Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità Piazza Giuseppe Garibaldi

Costituzione ai diciottenni e cittadinanza civica ai figli degli immigrati: «Lecco ha bisogno del vostro talento»

Il tradizionale cerimoniale è stato rinnovato all'interno di piazza Garibaldi

Anche nel 2021 il Comune di Lecco ha rinnovato un momento dall'alto valore simbolico come quello della consegnerà la Costituzione Italiana ai neo-diciottenni di Lecco. In prossimità della Festa della Repubblica, di cui quest'anno ricorre il 75° anniversario, martedì 1° giugno in piazza Garibaldi, il Sindaco di Lecco Mauro Gattinoni, il Prefetto di Lecco Castrese de Rosa e gli assessori Durante, Torri e Zuffi hanno ricevuto i giovani cittadini. Inoltre, sono stati consegnati anche gli attestati di cittadinanza civica alle famiglie dei minori nati in Italia, figli di immigrati residenti in città, che ne avevano fatto richiesta lo scorso anno e che, a causa dell'emergenza sanitaria, non avevano ricevuto il documento simbolico in occasione della Giornata internazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza del 20 novembre.

Costituzione ai diciottenni di Lecco

Al 1° giugno sono 94 i maggiorenni iscritti, oltre a 72 tra minori (34) e famiglie, per un totale di 166 persone ricevute sul palco delle associazioni. «A Lecco c’è un sistema che funziona - ha introdotto il momento Castrese De Rosa -. Ricevete un documento importante, la legge delle leggi promulgata nel gennaio del 1948; vorrei che non fosse un momento simbolico, dobbiamo sentirci orgogliosi di essere italiani. Entrate nell’anno della maturità: dovete vivere la Costituzione tutti i giorni, io sono dalla vostra parte perché siete già il presente della nazione».

«Ricominciamo a vivere nel modo migliore - ha poi spiegato Mauro Gattinoni -. Abbiamo bisogno di voi e dei vostri talenti per far crescere questa città: imparate dalla scuola, dai vostri genitori e dai vostri nonni, anche e soprattutto se vengono da Paesi lontani, perché bisogna sapersi confrontare senza pregiudizio. L’essere famiglia è la cellula della nostra comunità, i genitori possono accompagnare i figli all’interno della nostra bella realtà. Ai diciottenni dico che questa è una bella opportunità: acquisite diritti e doveri, potrete godervi l’indipendenza, ma avrete responsabilità oggettive di vario genere e dovrete prendervi cura degli altri, condividendo progetti e raggiungendo traguardi di squadra. Da oggi impegnatevi nel volontariato, prendendo responsabilità per imparare a organizzare le cose con poche disponibilità economiche, costruendo così la comunità. Fare qualcosa per gli altri è il modo più bello di essere umani e adulti».

Dodici giovani hanno poi letto i primi dodici articoli della Costituzione, mentre la Banda "A. Manzoni" ha allietato la cerimonia con le note dell'inno italiano e di altre musiche scelte per l'occasione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costituzione ai diciottenni e cittadinanza civica ai figli degli immigrati: «Lecco ha bisogno del vostro talento»

LeccoToday è in caricamento