rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Attualità Mandello del Lario

Anticorpi monoclonali, "il farmaco di un mandellese salva vite contro Omicron"

Il sindaco Riccardo Fasoli celebra il proprio concittadino Davide Corti, di professione ricercatore. "Si parla molto del Sotrovimab senza mai dire che l'ha scoperto un italiano, per l'esattezza di Mandello"

È mandellese la scoperta a livello farmaceutico che sta salvando vite nella lotta contro il Covid-19 e la variante Omicron, e che soltanto qualche settimana fa è stata impiegata per curare - fra i casi più illustri - il conosciuto ex infettivologo del "Sacco" Massimo Galli.

Il sotrovimab, anticorpo monoclonale utilizzato nel trattamento della prima fase di infezione da Coronavirus, è stato infatti scoperto dal ricercatore di Mandello Davide Corti e dalla sua équipe. Il suo nome, però, non viene mai celebrato come meriterebbe, una "mancanza" che non è passata inosservata al sindaco Riccardo Fasoli, il quale ha tenuto ad attribuire al proprio concittadino il giusto merito. "Ne parlano molto senza mai dire che l'ha scoperto un italiano, mandellese - ha dichiarato Riccardo Fasoli - È la cura usata per salvare la vita al dottor Galli, poche settimane fa. Un grazie a questo mandellese che con i suoi studi sta salvando tantissime vite". Sotrovimab è particolarmente centrato nel trattamento delle varianti del covid.

Il placet dell'Oms

Sotrovimab è un'alternativa a Casirivimab-imdevimab, un cocktail di anticorpi monoclonali raccomandato dall'Oms a settembre 2021, per il trattamento del Covid-19 lieve o moderato in pazienti ad alto rischio di ricovero, inclusi pazienti più anziani, immunocompromessi, con condizioni di base come diabete, ipertensione e obesità e quelli non vaccinati.

I primi studi di laboratorio confermano che questi anticorpi monoclonali sono efficaci anche contro la variante Omicron. 

Chi è Davide Corti

Davide Corti, mandellese, figlio di Rosella Locatelli e Graziano Corti. Il giovane, laureato nel 2004 in Biotecnologie farmaceutiche, con esperienza al San Raffaele di Milano, sposato con una collega ricercatrice, da alcuni anni vive e lavora a Bellinzona, nei laboratori della Humabs Biomed SA filiale della Vir Biotechnology. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anticorpi monoclonali, "il farmaco di un mandellese salva vite contro Omicron"

LeccoToday è in caricamento