Attualità Consonno

Alla scoperta dei 10 percorsi abbandonati rimessi a nuovo per gli escursionisti

Da Civate a Consonno, le infrastrutture antiche diventano risorsa per il turismo grazie a un investimento del Gal Quattro parchi Lecco Brianza pari a 900mila euro

Dieci "strade antiche" rinascono grazie al Gal Quattro parchi Lecco Brianza. L'associazione del presidente Piergiorgio Locatelli, da sempre attenta alle tematiche ambientali, coglie ora i frutti del recupero e della valorizzazione di tratti delle tradizionali vie di servizio, risorse preziose per la montagna individuate dal piano Vasp (viabilità agro-silvo-pastorale) della Comunità montana Lario orientle Valle San Martino.

«Nell'ambito delle tematiche Ambiente e Paesaggio, una particolare attenzione è stata riservata agli "interventi per infrastrutture destinate allo sviluppo del settore agro-forestale" (misura 4.3.01) - spiega Locatelli - Su questa misura abbiamo assegnato alle sole Vasp finanziamenti per circa 900mila euro, con i quali è stato possibile fare interventi per il recupero, la manutenzione e il potenziamento di 10 strade della viabilità antica e contribuire alla tutela del paesaggio e delle superfici forestali, elementi di rilievo per l'economia produttiva e turistica del territorio. Le nostre strade antiche spesso coprono dei tratti con scorci spettacolari, così gli interventi di tutela non solo favoriscono il mantenimento e la valorizzazione delle attività rurali tradizionali, ma ne incentivano anche la fruizione da parte di visitatori ed escursionisti che possono godere di passeggiate salutari ed incantevoli panorami. E così, non appena le condizioni sanitarie ce lo consentiranno, invito tutti i cittadini e i turisti a riscoprire le nostre strade antiche e vivere il nostro "paesaggio verticale", naturalmente nel rispetto della natura.

I dieci percorsi in fase di completamento

CIVATE – strada Pozzo Baroncello

Il percorso oggetto dei lavori di ripristino è collocato sull'antica strada romanica che collegava la città di Aquileia (situata nell'attuale Friuli Venezia Giulia) a quella di Como, una delle principali direttrici viarie del nord Italia ai tempi dell'antica Roma.

COLLE BRIANZA – strada Ravellino Bosina

L'importanza del tracciato agrosilvopastorale oggetto dell'intervento è anche nella valenza storica che lo stesso riveste date le sue antiche origini: nell’archivio di stato di Como sono conservati carteggi del 1804 del Comune di Ravellino denominato Tegnone riferiti a un progetto di manutenzione di strade comunali, una che conduce a Marconaga e l'altra a Villa Vergano con la costruzione di due ponti sul torrente Gandaloglio.

ELLO – strada Marconaga loc. Bosina

Si tratta dell'antico collegamento tra la località Marconaga in Comune di Ello con la filanda della Bosina e conseguentemente anche con Ravellino, in Comune di Colle Brianza.

OLGINATE – loc. Consonno e VALGREGHENTINO – loc. Dozio

L'intervento è condiviso dalle due Amministrazioni comunali e portato avanti sul rispettivo tracciato di competenza. La prima parte dell'originale tracciato viario è stato realizzato probabilmente negli anni Cinquanta del secolo scorso, mentre il tratto più in alto, vicino a Consonno, è di più recente realizzazione.

ERVE è stato completato l'intervento sulla strada che porta al punto panoramico Cappelletta del Corno di eccezionale bellezza, così come sono conclusi i lavori a CARENNO – strada La Piazza

I lavori prossimi alla partenza: CARENNO – loc. Forcella Bassa; COLLE BRIANZA – strada per San Genesio; VERCURAGO – loc.Provada.

«Attivi anche sulla prevenzione»

Altre novità sono attese a breve, poiché - informano dal Gal - fino al 13 maggio 2021 sarà possibile partecipare alla terza edizione del bando 4.3.01 che assegnerà nuove risorse. «Restando sul tema "Ambiente e Paesaggio" - prosegue Locatelli - abbiamo dato l'importante contributo di circa 700mila euro, distribuiti tra enti pubblici e aziende private, sulle misure 8.3.01 per la "prevenzione dei danni alle foreste" ed 8.6.01 "Investimenti per accrescere il valore dei prodotti forestal". Anche su queste due misure sono aperti i bandi, così come è possibile partecipare (con differenti termini di scadenza) ad altri tre bandi sulle misure per potenziare i  "Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone Rurali" (misura 7 del Psr). I numerosi bandi su cui abbiamo lavorato in questi anni hanno riguardato anche gli altri due temi del nostro Piano di Sviluppo Locale: la tradizioneagricola e il turismo rurale.  Nel complesso siamo riusciti a cogliere l'interesse e la partecipazione di tutto il territorio, ottenendo l'eccellente risultato di aver finanziato fino a oggi 5.000.000 di euro di lavori e interventi».

DISCLAIMER-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla scoperta dei 10 percorsi abbandonati rimessi a nuovo per gli escursionisti

LeccoToday è in caricamento