rotate-mobile
Attualità

Le statue di Rosa e Olindo: blitz notturno a Erba di un artista lecchese

Due sculture a grandezza naturale comparse vicino al luogo della strage

Nella notte, due sculture a grandezza umana raffiguranti Olindo Romano e Rosa Bazzi sono state installate al centro della piazza del mercato di Erba, vicino al luogo della strage. Le figure, posizionate davanti a una videocamera dorata, assumono la posa di "rest energy", famosa performance di Marina Abramovic e Ulay. L'opera, rivendicata dall'artista lecchese Nicolò Tomaini tramite i social media, critica la "società dello spettacolo".

L'opera è accompagnata da un manifesto scritto dal critico Filippo Mollea Ceirano. Nel testo, l'intento non è dibattere sulla colpevolezza o l'innocenza dei soggetti, ma riflettere su come, nella società moderna, si possano fabbricare e smontare verità artificiali utilizzando gli stessi strumenti, in un ciclo continuo di costruzione e destrutturazione della realtà.

Erba, le statue di Rosa e Olindo dell'artista Nicolò Tomaini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le statue di Rosa e Olindo: blitz notturno a Erba di un artista lecchese

LeccoToday è in caricamento