Ondata di caldo: come combattere l'afa anche a tavola

Per combattere il grande caldo, è importante scegliere cibi anti-afa, prediligendo frutta e verdura fresca. Vediamo quali sono gli alimenti da preferire

Per combattere il caldo e l’afa di questi giorni, è importante assicurare al nostro organismo la giusta energia per affrontare le temperature più alte. 

Come fare quindi per combattere questa ondata di calore che ha colpito tutta l’Italia? I condizionatori e i ventilatori non bastano, ma scegliendo gli alimenti giusti si potranno evitare casi di disidratazione e perdita eccessiva di sali minerali. Tra caldo e sudore infatti, soprattutto durante l’estate, è più facile perdere liquidi e sali minerali, soffrire di ritenzione idrica e sentirsi spesso affaticati. Proprio per questo motivo è fondamentale combattere il caldo anche a tavola, assumendo cibi idratanti e ricchi di sali minerali come frutta e verdura, possibilmente 5 volte al giorno. Il potassio contenuto nei vegetali infatti, facilita il drenaggio dei liquidi alleviando la sensazione di pesantezza agli arti inferiori. 

Molto importante è bere tanta acqua, minimo due litri al giorno, di più per ci pratica sport o soffre di eccessiva sudorazione.

Vediamo nel dettaglio cosa è meglio mangiare nei giorni di caldo eccessivo.

Gli alimenti per combattere il caldo

Ecco i cibi anti-caldo che non dovrebbero mai mancare sulla vostra tavola:

  • La zucchina - ortaggio con un bassissimo valore calorico, composto per il 95% da acqua. È un’ottima fonte di minerali (potassio, ferro, calcio e fosforo), di vitamina A, vitamina C e carotenoidi.
  • Il cetriolo - costituito per il 96% di acqua, contiene anche vitamina C, aminoacidi e sali minerali importanti come potassio, calcio, fosforo e sodio. Ammorbidisce la pelle rendendola più bella ed elastica, è un buon diuretico, rinfresca ed ha un’azione disintossicante. 
  • Il melone - idratante e rinfrescante, il melone è composto per il 90% di acqua ed è un’ottima fonte di  vitamina A e C, fosforo e calcio. Inoltre, l’alta percentuale di potassio presente nella sua polpa ha effetti benefici anche sulla circolazione e sulla pressione arteriosa. 
  • La pesca – contiene calcio, potassio, ferro ed è ricca di vitamina C. Leggermente lassativa e diuretica, ha proprietà rinfrescanti e disintossicanti, oltre a proteggere la pelle e gli occhi grazie alla presenza di betacarotene.
  • L’anguria – la polpa dell’anguria è ricca di carotenoidi, sostanze antiossidanti fondamentali per contrastare i radicali liberi. È costituita per oltre il 90% di acqua ma contiene anche una grande varietà di vitamine A, C, B e B6, e di sali minerali come potassio e magnesio, ottimi alleati per  combattere il senso di spossatezza dovuto al caldo. È quindi un perfetto alimento dissetante, disintossicante e diuretico.
  • Il pollo - ha un buon contenuto proteico e una buona quantità di sodio, potassio, fosforo, magnesio, ferro, selenio e vitamine B1 e B2. Inoltre, è molto digeribile.

Qualche consiglio in più

  • Evitare bevande alcoliche e zuccherate che favoriscono la disidratazione
  • Prediligere la frutta di stagione, le verdure crude e il pesce fresco
  • Evitare gli insaccati e gli alimenti stagionati che aumentano, invece, la sensazione di caldo
  • Mangiare poco e spesso
  • Prediligere piatti freschi e leggeri
  • Al mattino fare colazione con yogurt, frutta fresca e cereali integrali, per iniziare la giornata pieno di energie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sull'A9: morto Claudio Zara, Direttore Sanitario di Synlab San Nicolò Como e Lecco

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

  • Gli occhi della Prefettura sul "Cermenati": messi i sigilli con "un'antimafia" al bar del centro

  • Bimba nasce prematura in casa, intervento dei soccorsi a Vendrogno

  • Mapello: tragedia sui binari, uomo muore dopo esser stato investito dal treno

  • Scomparso 25enne residente nel Lecchese, attivate le ricerche

Torna su
LeccoToday è in caricamento