Donna sospetta bussa a casa di anziani per chiedere denaro a favore dei disabili. L'allarme del sindaco: «Tutto falso, attenti alle truffe»

Il caso a Torre De' Busi. Il primo cittadino Eleonora Ninkovic: «Il Comune non manda mai nessuno a domicilio come dice questa persona. Avvisate i carabinieri»

Allarme truffe a domicilio a casa di anziani a Torre De' Busi (foto generica d'archivio).

«Il Comune non ha mandato quella donna a chiedere soldi casa per casa. Il Comune non manda mai nessuno a sollecitare donazioni a domicilio. Quindi non aprite a nessuno. Molto probabilmente si tratta di una truffa. Abbiamo già informato i carabinieri di Cisano».

Questo l’appello pubblico diffuso nella tarda mattinata di oggi dal sindaco di Torre De’ Busi Eleonora Ninkovic. A segnalare la presenza di questa persona sospetta, in azione in particolare nella frazione di San Gottardo, è stata un’ottantenne residente in paese. «Questa nostra concittadina è stata brava a chiamare subito una volontaria comunale residente nelle vicinanze per segnalare la presenza di questa donna che stava passando a casa di alcuni anziani dicendo che la mandava il Comune per chiedere soldi a sostegno dei disabili - aggiunge il sindaco Ninkovic - Ovviamente non è così. L’Amministrazione, o altri enti, non chiedono mai denaro a domicilio, ma eventualmente mandano fatture o bollette per posta o tramite banche, non usano altri mezzi. Si tratta probabilmente di una truffa, quindi invito a diffondere al massimo questa notizia tra conoscenti, parenti e amici. State attenti e non aprite a nessuno: finti tecnici, finti venditori, finti esperti di fughe di gas o simili, persone che vi sollecitano denaro. Chiamate il numero di emergenza 112, in particolare se insistono. C’è chi inventa di tutto per cercare di truffare. Voi dite loro che chiamate i carabinieri».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalla Brianza alla Valle San Martino, ancora truffe porta a porta

Il sindaco di Torre De’ Busi ha quindi aggiunto: «Gli anziani sono i più esposti a questi tentativi di truffa, però se ben informati sanno anche difendersi». Da qui la scelta di rendere pubblico, anche su Facebook, l’appello a prestare attenzione ricordando che il Comune non ha mai mandato nessuno, tantomeno oggi, a chiedere denaro. «Un occhio in più di riguardo anche tra vicini in certi casi può rivelarsi utile - conclude Eleonora Ninkovic - Abbiamo detto anche al parroco di avvisare anziani e parrocchiani. Tra l’altro sembra che questo tipo di truffe a domicilio aumentino proprio nel periodo estivo. Ancor di più, quindi, segnalare episodi sospetti alle autorità competenti può aiutare a prevenire rischi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, lo studio dell'ospedale di Lecco: «Si può manifestare anche con segni sulla pelle»

  • Tragedia nel cuore della città: trovato senza vita il Pubblico Ministero Laura Siani

  • Gesto estremo al parco Belvedere: tragedia nel rione di Santo Stefano

  • Statale 36: violento incidente a Nibionno, gravi le condizioni di due biker

  • Si ribaltano con l'automobile all'interno dell'Attraversamento: due feriti

  • Morte Siani, gli investigatori sulle cause della scomparsa: «Prevale l'ipotesi del suicidio»

Torna su
LeccoToday è in caricamento