menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manca il bus per Ballabio e gli studenti restano a piedi, il Sindaco: "Pagano il biglietto e devono poter viaggiare"

Alessandra Consonni critica Lecco Trasporti: "Mi pare che occorra estendere a tutti i giorni la quarta corsa scolastica"

Aspettavano l'autobus perché da Lecco li riportasse a casa, a Ballabio, ma il mezzo pubblico non è arrivato e i giovani sono rimasti bloccati nel capoluogo.

È accaduto ieri 7 ottobre ad alcuni studenti delle scuole medie, rimasti "appiedati" da un pullman che non è passato: un episodio che non è piaciuto al Sindaco Alessandra Consonni, che ha deciso di interpellare Lecco Trasporti, azienda che si occupa del trasporto extraurbano sul territorio provinciale.

«Secondo la dirigenza non vi sarebbe stato alcun disguido - racconta il Sindaco - poichè nella giornata di mercoledì non è previsto l'invio del quarto mezzo atteso dai giovanissimi utenti, circostanza che, invece, è limitata alla sola giornata di martedì». Una spiegazione che, però, lascia perplessa la Prima cittadina: «Mi pare che all'origine di quello che non può essere trattatto come un semplice inconveniente (in realtà si tratta di una circostanza che merita adeguata attenzione, perchè vede al centro ragazzi di 11 anni costretti ad arrangiarsi per tornarsene a Ballabio), non via sia solo una questione di informazione circa l'attività di un quarto autobus».

«Resta da capire come alcuni giovanissimi utenti abbiano atteso fino al terzo autobus e poi al quarto che non è mai arrivato - prosegue il Sindaco - Forse perchè, pagando regolare biglietto o abbonamento a differenza di altra utenza "portoghese", desideravano un posto a sedere o, perlomeno, di non viaggiare accalcati? Il nostro interlocutore ci conferma, infatti, che vengono considerati posti usufruibili anche quelli in piedi e che l'ultimo autobus utile è partito tanto pieno da non consentire neppure l'ingresso ai tre o quattro lasciati a terra. Se le cose stanno così, mi pare che occorra estendere a tutti gli altri giorni la quarta corsa "studentesca" del martedì, o almeno organizzarsi in modo che l'accesso degli studenti ai mezzi venga efficacemente distribuito sugli autobus in servizio: trattandosi di abbonati, ovvero di un'utenza prevedibile e costante, la programmazione non dovrebbe essere un'impresa impossibile. Al riguardo, nei prossimi giorni l'amministrazione comunale presenterà ai vertici dell'azienda di trasporto una precisa richiesta. Concludo, insistendo sulla necessità che l'azienda ottenga la corresponsione del prezzo della corsa da tutti i passeggeri, in modo da non essere costretta a risparmi che penalizzano l'utenza pagante».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

Quando farò il vaccino? Il sito che calcola quanto dovrai aspettare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento