menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La gigantografia del beato Serafino ©Bonacina\LeccoToday

La gigantografia del beato Serafino ©Bonacina\LeccoToday

In corso la Maratona del calcio allo stadio "Rigamonti-Ceppi"

Il maltempo ha costretto gli organizzatori a prolungare la manifestazione di circa mezz'ora per recuperare il tempo perso durante il temporale che nel pomeriggio hanno colpito Lecco

Non saranno di certo le avverse condizioni climatiche che stanno caratterizzando questa estate 2014 ad intimorire le oltre 80 formazioni iscritte alla 2^ edizione della "36 ore", la maratona calcistica ospitata dallo stadio Rigamonti Ceppi di Lecco per il secondo anno consecutivo. Anzi, l'adesione quest'anno è stata talmente grande da dover far allungare di mezz' ora la manifestazione: da 36 ore a 36 ore e mezza.  
Iniziata questa mattina alle ore 8.00, la 36 ore (e mezza) si concluderà domani sera, domenica 13, alle ore 20.30. Con o senza pioggia. Interessanti e da non perdere le formazioni che si sfideranno in campo: ad esempio, la nazionale ferrovieri contro rappresentativa Aia, mentre l’ultimo match vedrà scendere in campo la Nazionale Medici contro l’Amministrazione comunale di Lecco, con la partecipazione di diversi sindaci dei comuni lecchesi. Ed è proprio la loro massiccia adesione che ha reso necessario il prolungarsi di mezz' ora di questa 2^ edizione della 36 ore.

Grande soddisfazione dunque per gli organizzatori della manifestazione, come spiega il portavoce Luca Dossi, manifestazione che tra piogge e schiarite sta procedendo da questa mattina tra l'entusiasmo di partecipanti e spettatori.

Una delle tante inizative in campo sportivo ben riuscite della nostra città di Lecco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento