Cassago, minaccia di uccidere lo zio: arrestato ivoriano

L'uomo, affetto di disturbi psichici, avrebbe agito in preda ad un raptus di follia

(foto di repertorio)

Ha prima minacciato di uccidere lo zio con un cacciavite e ha poi aggredito i militari dell'Arma intervenuti per sedare il dissidio. Un raptus di follia si è concluso, per un cittadino della Costa d'Avorio, con l'arresto per i reati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

L'episodio risale a mercoledì sera, 10 febbraio. L'uomo, ospite di alcuni parenti a Cassago Brianza, ha aggredito il familiare brandendo un lungo cacciavite e minacciandolo di morte.

Gli altri parenti temendo un tragico epilogo hanno quindi lanciato l'allarme e sul posto sono subito giunti i Carabinieri che, stando a quanto riporta il quotidiano Il Giorno, prima di riuscire a disarmare l'uomo, hanno subito il medesimo trattamento.

L'ivoriano è quindi stato accompagnato in Caserma, dove ha passato la notte in una camera di sicurezza e l'indomani, giovedì 11, è stato processato per direttissima presso il Tribunale di Lecco.

Il giudice ha confermato l'arresto, ma concesso, sino alla prossima udienza, la libertà all'uomo affetto di disturbi psichici e quindi mentalmente seminfermo.

Potrebbe interessarti

  • Dove mangiare giapponese a Lecco

  • Come eliminare la muffa in casa: rimedi e prodotti naturali

  • Come aprire un Bed and Breakfast: procedure da seguire

  • Pilates: cos'è e quali sono i principali benefici

I più letti della settimana

  • Un'ala chiusa e la caduta sulle rocce: la tragedia di Lorenzo, il giovane consulente innamorato della montagna

  • Insulti, minacce e violenza, fino alle coltellate: attimi di follia a Pradello

  • SS36 chiusa improvvisamente ad Abbadia: Anas rimuove calcinacci dalla galleria di Fiumelatte

  • Somana, un'intera frazione in lacrime per la scomparsa di Enea Zucchi

  • Valsassina: morso da un serpente, uomo finisce in ospedale

  • Fatale lo schianto contro un'auto: muore motociclista

Torna su
LeccoToday è in caricamento