menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Culmine di San Pietro: al via lavori di sistemazione delle carreggiate

Per ripristinare il collegamento viario sulla SP 64 Prealpina Orobica da Moggio in località Culmine di San Pietro, chiusa dallo scorso 17 novembre in entrambe le direzioni, la provincia di Lecco interverrà urgentemente con dei lavori di sistemazione.

A causa di un consistente deterioramento della sede stradale, lo scorso 7 marzo la provincia di Lecco aveva predisposto un restringimento della carreggiata,  sulla SP 64 Prealpina Orobica da Moggio alla località Culmine di San Pietro, con istituzione di un senso unico alternato a vista per garantire la circolazione da e per la località Culmine di San Pietro e il territorio provinciale di Bergamo.

Le prolungate e intense precipitazioni avevano poi causato un peggioramento consistente delle condizioni della pavimentazione stradale, con vistose fessure e importanti sprofondamenti, tali da non garantire più il transito in condizioni di sicurezza; da qui la chiusura totale disposta lo scorso 17 novembre, per tutelare gli utenti della strada.

Nei giorni scorsi il consigliere provinciale delegato alla Viabilità Rocco Cardamone e i tecnici provinciali hanno effettuato un sopralluogo con i Sindaci di Cremeno, Cassina Valsassina e Moggio per valutare la situazione ed hanno stabilito che a causa delle limitate risorse disponibili e del Patto di stabilità non è possibile effettuare un intervento di manutenzione straordinaria che risolva definitivamente il problema, stimato in circa 2 milioni di euro.

Da qui la decisione della provincia di procedere alla realizzazione di una piattaforma stradale larga 3 metri che consentirà di ripristinare il collegamento viario. I tempi di realizzazione dipenderanno dalle condizioni meteo, ma la speranza è quella di concludere l’intervento tra la fine di dicembre e l’inizio di gennaio.

Dopo il sopralluogo con i Sindaci sono stati fatti dei sopralluoghi presso il muro di Margno e il crollo di Parlasco, ma la abbiamo dato la priorità alla SP 64 visto che in questo caso il collegamento viario è totalmente interrotto, mentre negli altri due casi la circolazione è comunque consentita”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento