rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca Dervio

Dervio, nessuna violenza sul corpo trovato nel lago

I primi accertamenti del medico legale hanno escluso la morte violenta

Non ci sarebbero segni di violenza sul corpo trovato domenica 17 maggio sul fondo del lago, a 38 metri di profondità nelle acque antistanti Dervio: questo, almeno, è ciò che è emerso dalle prime analisi effettuate dall'anatomopatologo Paolo Tricomi, incaricato dalla Procura di effettuare i primi accertamenti sul cadavere, insieme ai carabinieri del Nucleo investigativo.

Nel frattempo sembrano delinearsi più chiaramente le possibilità che il corpo, recuperato ieri 18 maggio, sia quello di un anziano scomparso da Milano nel 2013: nonostante l'avanzato stato di decomposizione della salma, la conferma arriverebbe dai documenti trovati nei suoi vestiti.

Per stabilire definitivamente di chi si tratti, saranno necessari gli ulteriori accertamenti che il dottor Tricomi effettuerà nella giornata di oggi: una volta stabilita la sua identità, il corpo dell'uomo potrà essere restituito ai familiari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dervio, nessuna violenza sul corpo trovato nel lago

LeccoToday è in caricamento