menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le condizioni in cui versava la Strada Provinciale 72

Le condizioni in cui versava la Strada Provinciale 72

Maltempo e dissesto, vertice in Prefettura: quattordici sfollati a Casargo, somma urgenza a Taceno

Riaperte o prossime alla riapertura le Strade Provinciali coinvolte nei problemi, mentre proseguono i gravi disagi in Valsassina

Gli eventi verificatisi nella serata di ieri 1 agosto, a seguito delle avverse condizioni meteorologiche che hanno interessato il territorio provinciale, sono stati oggetto, nella tarda mattinata di venerdì, di una riunione operativa presieduta dal Prefetto di Lecco, Michele Formiglio.

VIDEO | Il maltempo arriva e si abbatte con violenza su Alto Lago e Valli: fango e grandine in strada

All'incontro hanno partecipato il Questore Filippo Guglielmino, il Vicecomandante dell'Arma dei Carabinieri di Lecco, colonnello Claudio Arneodo, il Maggiore della Guardia di Finanza di Lecco, Antonio Mangieri, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, Angelo Ambrosio, il Comandante della Polizia Stradale di Lecco, Mauro Livolsi, il dott. Pietro Lenna dell'Ufficio Territoriale Regionale, l'ing. Angelo Valsecchi e l'arch. Ratti dell'Amministrazione provinciale, la Consigliera provinciale delegata alla Protezione civile Elena Zambetti, i sindaci dei Comuni di Bellano, Casargo, Crandola Valsassina, Dervio, Dorio, Margno, Taceno e Vendrogno.

Riaperte le provinciali, quattordici sfollati a Casargo

Si è fatto il punto delle criticità che hanno coinvolto i comuni intervenuti e la rete viabilistica provinciale. Come anticipato in mattinata, la Sp 62 è stata riaperta al transito tra Taceno e Portone alle ore 14.15; la Sp 66 che collega Bellano a Vendrogno sarà riaperta tra le 19 e le 20 di stasera; le ulteriori arterie stradali interessate da chiusura sono state già riaperte alle ore 13.

Danni da maltempo: in corso il ripristino delle Provinciali, a breve la riapertura 

Le criticità più rilevanti persistono nel comune di Casargo, dove restano, al momento, evacuate quattordici persone come conseguenza dell'esondazione che ha interessato il torrente Bandìco ed il Torrente Val di Corda. Sul primo, costituente reticolo primario, è stato assicurato l'intervento urgente di Regione Lombardia. Sul torrente Val di Corda, invece, è in corso l'intervento, sempre con carattere di somma urgenza, del Comune di Casargo.

Problemi anche a Taceno, dove la caduta di materiale detritico ha coinvolto la scogliera di protezione del depuratore che serve l'intera Valsassina. Anche rispetto a tale criticità, Regione Lombardia ha garantito un intervento con carattere di somma urgenza. Tutte le situazioni, fanno sapere dagli ambienti della Prefettura, sono attentamente seguite.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Attualità

Si prenota per il vaccino anti-Covid, poi rinuncia: «Ho paura»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento