menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruba un giubbetto all'interno del centro commerciale, poi tenta la fuga e aggredisce gli agenti: arrestato

Per il giovane pregiudicato sono scattate le manette. Sette giorni di prognosi per entrambi gli agenti colpiti dai suoi calci

Nella mattinata di sabato 6 marzo il personale della la Squadra Volanti della Polizia di Stato di Lecco è stata chiamata a intervenire presso il centro commerciale “La Meridiana” di Lecco per vagliare la segnalazione di un furto in atto. Poco prima, infatti, E.M., classe 1995 di nazionalità marocchina, aveva strappato il dispositivo antitaccheggio di uno smanicato, rendendolo di fatto non più vendibile e, dopo averlo indossato, si è diretto verso l’uscita senza pagare il capo di abbigliamento. L’addetto alla sicurezza, che ha assistito alla scena, si è avvicinato al soggetto e ha cercato di far desistere il giovane dal compiere il furto, ma lo stesso si è rifiutato di effettuare il pagamento e ha proseguito frettolosamente verso dell’uscita.

La tentata fuga e l'aggressione

A quel punto l’addetto alla sicurezza ha tentato di bloccare il reo che, vistosi scoperto, ha iniziato a inveire contro di lui, spintonandolo violentemente e dandosi a una precipitosa fuga; nel frattempo sono giusti sul posto i poliziotti della Volante che, vista la scena e dopo un breve inseguimento proseguito fino al piano superiore all’interno dell’edificio, sono riusciti a bloccare il malfattore, il quale ha continuato imperterrito a divincolarsi e a tenere un atteggiamento fortemente ostile, insultando e colpendo più volte i poliziotti con calci e pugni, cercando di guadagnarsi la fuga. A seguito della colluttazione con il colpevole, a due poliziotti sono state riscontrate lesioni con prognosi di 7 giorni.

L'arresto e l'udienza

Alla luce di commesso, il giovane africano, con a carico precedenti di polizia per reati contro la persona e contro il patrimonio, è stato accompagnato in Questura e successivamente arrestato per i reati rapina impropria e resistenza a Pubblico Ufficiale. Nella mattinata di lunedì ha avuto luogo il processo con rito direttissimo presso il Tribunale di Lecco, al termine del quale l’arresto è stato convalidato ed è stata disposta nei confronti del giovane la misura della custodia cautelare in carcere, in attesa di giudizio previsto per il prossimo 3 maggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento