rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Beccato

Ruba computer e tablet ai bambini di una scuola elementare: arrestato pluripregiudicato

L'uomo ha colpito a Pianengo (Cremona) a bordo di un veicolo rubato in provincia di Lecco

Ha rubato tablet e computer ai bambini viaggiando su un'auto rubata nel Lecchese. Un 47enne albanese pluripregiudicato ha sottratto 33 tra notebook e tablet dall'aula d'informatica di una scuola elementare di Pianengo, in provincia di Cremona, ma è stato colto sul fatto e arrestato dai carabinieri a Milano. Il colpo messo a segno all'Istituto "Giovanni Pascoli" è stato infatti solo l'ultimo di diversi furti contro istituti scolastici del cremasco messi a segno negli ultimi tre mesi. Sempre identica la dinamica: con piedi di porco i ladri forzavano porte o finestre, in alcuni casi anche eludendo i sistemi di allarme, e si introducevano nelle aule, per sottrarre i dispositivi informatici utilizzati dagli insegnanti per le attività didattiche in aula o per la dad.

I carabinieri, a seguito di questi fatti, avevano già sventato un furto alla scuola elementare e media di Monte Cremasco recuperando undici tra pc e tablet su un'auto rubata utilizzata da un ladro che era però riuscito a sfuggire ai militari che lo avevano intercettato dopo il furto. A seguito di ulteriori colpi contro le scuole, i militari di Crema erano riusciti a individuare il veicolo usato dall'uomo e la sera del 24 marzo hanno accertato che l'auto era giunta nel Cremasco e si trovava a Pianengo, nel parcheggio del cimitero vicino alla primaria "Giovanni Pascoli". Quattro equipaggi dei carabinieri, in servizio in abiti civili, hanno atteso in osservazione per diverse ore e alle 4.30 del 25 marzo hanno notato la sagoma di un uomo che proveniva a piedi dalla scuola.

L'auto rubata a Lecco

Arrivato all'auto, il ladro ha aperto il portellone, depositato le borse ed è ripartito in direzione Milano. Giunto nel quartiere di Greco-Turro ha parcheggiato il veicolo, ma è stato subito circondato e bloccato dai militari di Crema, che nel suo bagagliaio hanno i 33 dispositivi rubati nella scuola di Pianengo, con relativi cavi di collegamento e alimentatori, oltre a due piedi di porco, tronchesi, pinze, torce a led e spray al peperoncino, utilizzati per commettere il furto. L'auto su cui viaggiava, inoltre, è risultata essere stata rubata a metà febbraio scorso in provincia di Lecco.

Oltre all'arresto per furto, il 47enne è stato quindi denunciato per la ricettazione del veicolo e per il porto di numerosi arnesi da scasso. L'uomo era inoltre ricercato, perché destinatario di un provvedimento di carcerazione non ancora eseguito per una condanna definitiva a due anni di reclusione come cumulo di pene concorrenti per furto, possesso di documenti falsi, resistenza a pubblico ufficiale, false attestazioni sulla propria identità e possesso di arnesi da scasso. Tutti reati commessi alla fine di ottobre del 2014. Il 47enne è stato accompagnato al carcere di San Vittore di Milano e questa mattina il suo arresto è stato convalidato. L'auto a lui in uso e gli attrezzi sono stati sequestrati, mentre i pc e i tablet sono stati restituiti alla responsabile della scuola di Pianengo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba computer e tablet ai bambini di una scuola elementare: arrestato pluripregiudicato

LeccoToday è in caricamento