Trovato con le mani insanguinate per le vie del centro: fermato il presunto "ladro delle offerte"

L'uomo, tossicodipendente di 49 anni, è stato sottoposto al test del Dna: si attende l'esito degli esami

Sono stati i poliziotti a fermare l'uomo

Nella mattinata di sabato 5 il personale della Polizia di Stato in forza alla Questura di Lecco – squadra Volanti ha rintracciato il probabile "ladro delle offerte" che si era introdotto nel panificio di via Bovara, infrangendo la vetrata con un sampietrino. L’attenzione dei poliziotti, che in quel momento stavano pattugliando il centro storico, è stata catturata dalle mani fasciate del sospettato che, a suo dire, coprivano delle ferite recenti causate da una caduta accidentale. Gli agenti delle Volanti, insospettiti, hanno chiesto al soggetto di seguirli in Questura.

Sottoposto al test del Dna

Già da venerdì il personale della Squadra Mobile aveva diramato le ricerche di A.T., tossicodipendente di 49 anni, pregiudicato per reati specifici su cui sono caduti i sospetti per il modus operandi utilizzato in altre recenti occasioni. Il soggetto, rintracciato dalla Volante, ha seguito gli operanti in Questura, dov'è stato sottoposto ad ulteriori rilievi e accertamenti.

La Questura di Lecco è in attesa dell’esito del match del Dna con il cervellone di Roma, che elaborerà i dati per verificare se il sangue trovato nel panificio corrisponda a quello dell’indagato. Gli atti sono stati immediatamente trasmessi alla Procura della Repubblica di Lecco, che sta procedendo con le indagini del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico investimento sulla direttrice Milano-Lecco: la vittima era scomparsa nella mattinata

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Lecco, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio. Ecco le regole

  • Stroncato da un malore in montagna: Mandello piange Carlo Gilardi

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

Torna su
LeccoToday è in caricamento