Autorizzato a lavorare, impiega tre lavoratori irregolari e "in nero": stangato imprenditore lecchese

I carabinieri hanno comminato ammende e sanzioni per una cifra superiore ai cinquantamila euro

Venerdì 10 aprile i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Lecco, unitamente a quelli della Stazione di Cremella, concludendo l'attività ispettiva a carico di una società di progettazione e costruzione di aerei e veicoli ultraleggeri con sede nel Lecchese, la cui prosecuzione dell’attività era stata autorizzata dalla Prefettura di Lecco ai sensi del Dpcm emesso il 22 marzo 2020, hanno deferito in stato libertà all’Autorità Giudiziaria il Presidente del Consiglio di Amministrazione. L'accusa è quella di aver occupato due lavoratori stranieri, privi di regolare permesso di soggiorno, oltre che per la violazione delle norme del Testo Unico sulla salute e la sicurezza sul lavoro, con riferimento alla mancata visita medica dei lavoratori e formazione sull’attività svolta e rischi connessi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella circostanza i militari hanno adottato il provvedimento relativo alla sospensione dell’attività imprenditoriale perchè è stata constata la presenza d tre lavoratori occupati “in nero”. Sono state comminate ammende pari a 13.759 euro e sanzioni amministrative per un importo di 36.560 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

  • Manifesto accusa Fasoli: «Come Pinocchio». Il sindaco: «Alle urne abbiamo visto tutti come è andata»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento