menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autorizzato a lavorare, impiega tre lavoratori irregolari e "in nero": stangato imprenditore lecchese

I carabinieri hanno comminato ammende e sanzioni per una cifra superiore ai cinquantamila euro

Venerdì 10 aprile i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Lecco, unitamente a quelli della Stazione di Cremella, concludendo l'attività ispettiva a carico di una società di progettazione e costruzione di aerei e veicoli ultraleggeri con sede nel Lecchese, la cui prosecuzione dell’attività era stata autorizzata dalla Prefettura di Lecco ai sensi del Dpcm emesso il 22 marzo 2020, hanno deferito in stato libertà all’Autorità Giudiziaria il Presidente del Consiglio di Amministrazione. L'accusa è quella di aver occupato due lavoratori stranieri, privi di regolare permesso di soggiorno, oltre che per la violazione delle norme del Testo Unico sulla salute e la sicurezza sul lavoro, con riferimento alla mancata visita medica dei lavoratori e formazione sull’attività svolta e rischi connessi.

Nella circostanza i militari hanno adottato il provvedimento relativo alla sospensione dell’attività imprenditoriale perchè è stata constata la presenza d tre lavoratori occupati “in nero”. Sono state comminate ammende pari a 13.759 euro e sanzioni amministrative per un importo di 36.560 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento